cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 19:56
Temi caldi

Salute

"Acqua contaminata", ritirato lotto San Benedetto

20 giugno 2018 | 14.00
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(AdnKronos)

Il ministero della Salute ha disposto il richiamo di un lotto di acqua minerale San Benedetto contaminato. Il lotto in questione, si legge in una nota del ministero, è il 23LB8137E di acqua minerale naturale a marchio 'San Benedetto' - Fonte Primavera, sorgente in comune di Popoli (PE) nel formato da 0,5 L PET Naturale, imbottigliato presso lo stabilimento Gran Guizza, con scadenza 16/11/2019.

Il ministero della Salute, in una nota diffusa ieri, informa che il lotto è stato richiamato per la "presenza consistente di contaminanti idrocarburici, prevalenza xilene, trimetilbenzene, touelene ed etilbenzene". La San Benedetto fa sapere che il ritiro dal mercato è stato deciso "a seguito dei campionamenti svolti dall'autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate, che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici".

La società produttrice ha quindi provveduto al ritiro di tutte le bottiglie di acqua minerale del lotto in questione e ha invitato a non consumare i prodotti appartenenti al lotto sopraindicato e a restituirli al punto vendita. Precisa, inoltre, che il richiamo si riferisce "solo ed esclusivamente all'acqua minerale Fonte Primavera imbottigliata presso lo stabilimento Gran Guizza di Popoli con il nome San Benedetto e limitatamente al lotto indicato".

"Tutte le fonti del Gruppo San Benedetto sono esenti da inquinamento e perfettamente in regola con la legislazione vigente. Sono oggetto di controlli continuativi, giornalieri effettuati secondo rigidi protocolli interni che confermano l'assoluta purezza delle acque", si legge in una nota. Quanto al richiamo del prodotto, il gruppo precisa essere "un fenomeno limitato a poche bottiglie ed esterno ai cicli produttivi aziendali". L'azienda riferisce inoltre di aver "provveduto al ritiro nel rispetto della legge e in difesa della salute dei propri consumatori". E "confida che tale trasparenza possa aiutare a mantenere intatta la fiducia dei propri consumatori, la cui sicurezza è da sempre la priorità assoluta del Gruppo San Benedetto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza