cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 19:22
Temi caldi

Ambiente, avanza innovazione nel settore riciclo. E il cuoio si fa carta

22 ottobre 2015 | 19.22
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Avanza l'innovazione nel settore del riciclo e dagli scarti della filiera della pelletteria nasce 'remake', carta su super-lusso realizzata con fibre provenienti dai processi di lavorazione del cuoio. Questa innovativa carta, presentata al LuxPack, la Fiera Internazionale del Packaging di lusso di Montecarl da Favini, si compone per il 25% di sotto-prodotti della filiera della pelletteria, per il 30% di cellulosa di riciclo post consumo certificata Fsc e per il 45% di fibre di cellulosa vergine certificata Fsc.

Il risultato è una carta pregiata, riciclabile e compostabile al 100%, che "garantisce ottime prestazioni di stampa e trasformazione, permettendo di realizzare le più svariate applicazioni, dalle brochure alle shopper, dai cartellini al packaging, destinate al mondo della moda e del lusso" spiega Favini che nel suo laboratorio di Ricerca e Sviluppo ha sperimentato nuovi residui industriali da utilizzare per la produzione della carta.

In questa carta innovativa, "i residui di cuoio visibili sulla superficie donano un aspetto distintivo e un effetto tattile morbido e sorprendentemente vellutato, adatti anche ai progetti più creativi". "Al momento, i residui dell’industria del cuoio sono utilizzati nella produzione di cuoio rigenerato, come fertilizzanti e in parte destinati alla discarica. Abbiamo sviluppato un nuovo trattamento dei residui di cuoio per ottenere un prodotto riciclabile e compostabile che può essere realizzato attraverso i tradizionali processi di produzione della carta" afferma l'ad della società, Eugenio Eger.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza