cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 22:05
Temi caldi

AstraZeneca e seconda dose under 60, si cambia: via libera con ok del medico

19 giugno 2021 | 06.46
LETTURA: 3 minuti

Draghi: "Mix vaccini funziona, ma chi non vuole l'eterologa può fare il richiamo con AstraZeneca"

alternate text
(Foto Afp)

Il richiamo con AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni? Con un parere medico si può fare la seconda dose del vaccino, indicato per gli over 60. "Se una persona under 60 ha fatto la prima dose del vaccino AstraZeneca e le viene proposta la vaccinazione eterologa ma non vuole" la seconda dose con Pfizer o Moderna, "questa persona è libera di fare la seconda dose di AstraZeneca purché abbia un parere del medico e un consenso ben informato". E' il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il ministro della Salute Roberto Speranza e il commissario all'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, a fare chiarezza sul 'caso' che caratterizza la fase attuale della campagna di vaccinazione. Decade dunque lo stop del richiamo AstraZeneca per chi ha meno di 60 anni.

Leggi anche

“C’è stata una certa confusione negli ultimi giorni - ammette il premier - vorrei ribadire alcuni punti. Primo: vaccinarsi è fondamentale. La cosa peggiore che si può fare è non vaccinarsi o vaccinarsi con una dose sola. Secondo: l’eterologa funziona, io stesso martedì sono prenotato per fare la vaccinazione eterologa. Ho più di 70 anni, la prima dose di AstraZeneca ha dato una risposta bassa di anticorpi e mi si consiglia di fare l’eterologa, che funziona per me e funziona ancor di più per chi ha meno di 60 e 70 anni. Terzo punto: se una persona under 60 ha fatto la prima dose di AstraZeneca e le viene proposta la vaccinazione eterologa ma non vuole, questa persona è libera di fare la seconda dose di AstraZeneca purché abbia un parere del medico e un consenso ben informato. La cosa peggiore da fare in quei casi è non fare nessuna seconda dose. Se queste persone non vogliono l’eterologa, possono fare la seconda dose di AstraZeneca”, afferma.

"Oggi si è riunito il Comitato tecnico scientifico a cui avevo posto un quesito di chiarimento sulla vaccinazione eterologa. La risposta del Cts è che c'è una raccomandazione, un'indicazione molto forte, per l'utilizzo dell'eterologa per le persone sotto i 60 anni che hanno usato il vaccino di AstraZeneca in prima dose, ma resta aperta la possibilità per chi lo richiede, sulla base di un consenso medico, di poter anche utilizzare la seconda dose sotto i 60 anni", ha precisato dal canto suo il ministro della Salute Speranza.

Il mix di vaccini anti-covid "funziona, io stesso martedì sono prenotato per fare l'eterologa", ha comunque voluto chiarire il premier Draghi. "Ho più di 70 anni, come sapete. La prima AstraZeneca che ho fatto ha dato una risposta di anticorpi bassa. E allora mi si consiglia di fare l'eterologa. Quindi l'eterologa funziona per me e, ancor più vero, funziona per quelli che hanno meno di 70 e 60 anni", ha aggiunto.

"Oggi ho firmato un'ordinanza che porta il 99% del nostro Paese in zona bianca e se questo avviene, una cosa che poteva sembrare difficile poche settimane fa, è proprio prima di tutto per merito di una campagna di vaccinazione molto forte che stiamo svolgendo nel Paese. Quindi il messaggio di fondo che vogliamo dare a tutti gli italiani è di continuare a vaccinarsi, perché il vaccino è l'arma fondamentale che abbiamo per chiudere questa stagione", ha dichiarato Speranza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza