cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Comunicato stampa

Aziende italiane si insediano nel Parco industriale produttivo cinese di Changzhou, il National Hi-Tech District

14 novembre 2016 | 01.49
LETTURA: 2 minuti

CHANGZHOU, Cina, 14 novembre 2016 /PRNewswire/ -- Un gruppo di aziende italiane ha dato il via alle attività nel Parco industriale produttivo del Changzhou National Hi-Tech District a Changzhou, in Cina, sulla scia degli accordi firmati tra il Parco e le aziende. Tre ditte hanno già sancito l'apertura di una sede nel Parco.

Dopo la prima azienda italiana, Raco Group, stabilitasi nel Changzhou National Hi-Tech District nel 2005, un ampio numero di aziende italiane, tra cui Polynt, Vortice Ventilation System, Groppalli HVAC, Amer Electric Motion, BCS e Biesse Tape Solutions, ha seguito l'esempio.

Leader in Europa, l'Italia vanta una solida infrastruttura industriale nei settori automobilistico, dell'aviazione, ferroviario, dei macchinari di precisione, degli strumenti per le macchine, della robotica e agricolo.

Mentre un numero di produttori ha già avviato le operazioni nel Changzhou National Hi-Tech District, altre aziende seguiranno a ruota, grazie a un contratto di leasing che consente una veloce implementazione degli impianti di produzione e il trasferimento delle capacità produttive con l'obiettivo di avvicinarsi al mercato cinese e conquistare i clienti locali. In termini di ampliamento aziendale, le ditte italiane sono incoraggiate ad acquistare i terreni e a costruire i propri stabilimenti. In questo modo potranno arricchire la scelta dei prodotti e ampliare la capacità produttiva.

 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza