cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:13
Temi caldi

Belotti (Lega): "In Lombardia morti per strada? Querelo De Luca"

17 luglio 2020 | 13.54
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Foto Fotogramma

"Da bergamasco non posso accettare l’ennesima squallida strumentalizzazione a fini politici sui nostri morti. Stavolta la frase, gravissima, arriva dal governatore della Campania De Luca che in un’intervista con Bruno Vespa ha dichiarato 'in Lombardia c’erano i morti per strada, non in ospedale'. Nelle prossime ore presenterò una querela perché non si possono offendere in questo modo i medici lombardi, le istituzioni lombarde e tutto il popolo lombardo. Abbiamo vissuto giorni drammatici, soprattutto a Bergamo, ma arrivare a dire che 'c’erano morti per strada' è squallido". Lo dichiara il deputato della Lega Daniele Belotti.

"La stessa cosa - ricorda il parlamentare bergamasco - l’aveva detta ad aprile il presidente del Comitato Sanitario di New York, Mark Levine. Anche allora avevo scritto all’ambasciatore americano a Roma per denunciare l’offesa agli italiani e ai bergamaschi in particolare. Però Levine stava a New York e magari le informazioni erano distorte".

"De Luca, invece, sta in Italia e sa bene lo sforzo enorme fatto da tutti, medici, sindaci, volontari, a Bergamo e in Lombardia. Spero che anche il sindaco Giorgio Gori, dello stesso partito di De Luca, prenda le distanze da questa ignobile dichiarazione che offende e umilia tutti i lombardi", conclude Belotti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza