cerca CERCA
Sabato 08 Maggio 2021
Aggiornato: 12:49
Temi caldi

Burioni: "Covid a dicembre 2019? Servono dati più solidi"

09 dicembre 2020 | 18.43
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Foto Fotogramma

"E' indispensabile essere molto cauti riguardo alla notizia del bambino che avrebbe contratto Covid-19 a Milano nel dicembre 2019. Leggendo il lavoro con attenzione si scopre che la sequenza virale determinata è identica a quella di molti virus che stanno circolando. Questo non permette di escludere che si tratti di una contaminazione, più facile se si usa un test Pcr 'fatto in casa' come quello descritto dai colleghi". Così il virologo Roberto Burioni, docente dell'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, commenta su Facebook lo studio dell'università Statale di Milano, pubblicato sulla rivista 'Emerging Infectious Diseases', che mostra la presenza di Rna di Sars-Cov-2 in un tampone oro-faringeo raccolto da un bambino di Milano all'inizio di dicembre 2019.

"La ricerca è molto interessante - afferma Burioni - ma per affermare che il virus era qui dall'anno scorso ci vogliono dati più solidi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza