cerca CERCA
Domenica 29 Gennaio 2023
Aggiornato: 00:47
Temi caldi

Tonno italiano

Callipo: 103 anni di storia ma pronta a nuove sfide su mercati esteri

22 maggio 2016 | 14.02
LETTURA: 6 minuti

alternate text
Giacinto Callipo (il secondo da sinistra) con i giovani manager della rete 'Gradita'

L'albero genealogico si ramifica lungo un arco temporale di 103 anni, quando Giacinto Callipo fondò l'azienda nel 1913 a Pizzo, cittadina calabrese situata nel cuore del Golfo di Sant’Eufemia, nota sin dall’antichità per la pesca del Tonno di Tonnara. Oggi la Callipo, guidata da Filippo (Pippo) Callipo, è diventata un gruppo che, pur mantenendo la sua fisionomia familiare, conta 350 dipendenti e un fatturato consolidato di 50 milioni di euro ed sempre più proiettata nel futuro con Giacinto Callipo, il trentunenne figlio di Pippo, che porta il nome del suo trisavolo. Da otto anni in azienda, Giacinto rappresenta la quinta generazione dell'azienda di famiglia, tra i leader del tonno made in Italy ma che nel corso degli anni ha diversificato l'attività. La Callipo infatti produce anche gelati ed è proprietaria e sponsor di una squadra di pallavolo maschile arrivata a livelli top.

"Da più di cento anni siamo sul mercato, 103 per l'esattezza - racconta all'Adnkronos Giacinto Callipo - lavoriamo pesce che una volta veniva pescato nel golfo di Sant'Eufemia, nel mare di fronte a dove è nata l'azienda. Ora il nostro prodotto di punta è il tonno 'yellowfine' che arriva per lo più dall'Oceano Indiano. Il pesce viene congelato a bordo dei pescherecci e poi arriva nel nostro stabilimento dove avvengono tutte le fasi produttive. Puntiamo a un prodotto di alta qualità mantenendo molte fasi artigianali per un migliore controllo sul processo" afferma il giovane imprenditore.

L'innovazione per cavalcare nuovi trend di consumo

Giacinto svolge all'interno del gruppo un'attività "trasversale", come lui stesso la definisce, che va dalla ricerca e sviluppo agli acquisti, al marketing. "Affianco spesso e volentieri il direttore commerciale e mio padre dal quale sto cercando di imparare i metodi di gestione". Geniale capitano d'industria con un raro fiuto per gli affari, Pippo impresse una vera e propria "svolta", con una felice intuizione: confezionare i filetti di tonno in vaso di vetro che fino agli anni '90 era un prodotto artigianale, fatto in casa, in certe regioni, mai proposto sul mercato nazionale da un'industria. Da lì azienda è cresciuta e continua a crescere.

L'innovazione è molto importante per seguire i nuovi trend di consumo. "Ad esempio -spiega Callipo jr - stiamo sostituendo il sale con il sale marino iodato cavalcando un trend salutistico diffuso in Italia e non solo. Inoltre, è stato acquistato di recente un nuovo cuocitore a vapore, che stressa meno la carne dando migliori risultati a livello organolettico".

Il gruppo pur avendo il suo core business in Italia, con un fatturato concentrato per il 90% nel nostro Paese, è già presente in altri mercati importanti come Canada, Australia e Stati Uniti ma intende presidiare sempre più l'estero. Per questo, di recente, ha siglato un accordo di rete con altri importanti attori del made in Italy agroalimentare. Si chiama "Gradita" e l'intesa è uscita allo scoperto a Cibus che si è svolto nei giorni scorsi a Parma.

oltre al tonno, gelati e pallavolo tra i business dell'azienda

"Gradita è una rete tra 5 aziende: Callipo Tonno, Callipo Gelateria, Fratelli Polli, Divella e l'azienda Coricelli rappresentata dal marchio Cirio. Siamo 5 aziende con storie simili, valori comuni, tutte familiari con storie più o meno lunghe fatte di passione per la qualità e per il cibo made in Italy - sostiene il giovane Callipo - su iniziativa del Cav. Divella ci siamo ritrovati con obiettivi comuni e quindi abbiamo riunito le nostre forze per fare un gioco di squadra e per non rimanere piccoli. La maggior parte degli obiettivi sono concentrati sull'estero, in particolare Stati Uniti e Cina".

"Siamo partiti in maniera snella, tanto che abbiamo costituito un comitato di gestione di giovani - afferma Callipo junior- rappresentanti dell'ultima generazione di ogni azienda. Stiamo valutando molto idee e mettendo a punto alcune strategie, direi che siamo vulcanici". Oltre a produrre tonno la Callipo, dal 2008, produce anche gelati in quanto Filippo (Pippo) Callipo, rivela il figlio, ha realizzato "un suo sogno nel cassetto, cioè uno stabilimento di gelati, visto che a Pizzo dove è nato, oltre alla tradizione del buon tonno c'è anche quella dell'ottimo gelato, in particolare del rinomato tartufo".

Dalla passione per il cibo a quella per lo sport, il gruppo Callipo ha diversificato ulteriormente il suo business. "Da circa venti anni siamo sponsor e proprietari della squadra di pallavolo maschile, la Tonno Callipo Volley Calabria che quest'anno ha militato nel campionato di A2 anche se si è fatta sfuggire, proprio all'ultima giornata, la promozione in A1. Non è una squadra di Vibo ma di tutti i calabresi - conclude Giacinto Callipo - e nei suoi successi tutti i calabresi si possono identificare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza