cerca CERCA
Sabato 04 Febbraio 2023
Aggiornato: 19:10
Temi caldi

Caso Bond in Aula ma non è James

01 agosto 2018 | 12.42
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Di nome fa Dario e di cognome Bond, è un deputato di Forza Italia, omonimo del più noto James Bond, anche se l'accostamento viene spontaneo visto l'episodio che questa mattina ha denunciato nell'Aula della Camera in apertura di seduta. "Mi sono scomparsi completamente dei documenti non nel portacarte ma sotto il tavolo - ha affermato - non dell'attività politica ma anche documenti personali. Faccio una protesta ufficiale perché non possono scomparire dei documenti personali e voglio riaverli".

Subito è intervenuto per tranquillizzarlo il vicepresidente Ettore Rosato, che in quel momento presiedeva la seduta. "Approfondiremo, è evidente che qui il personale non sottrae nessun documento, al massimo avrà fatto pulizia come accade ogni sera, può essere che ci sia stato un equivoco, nelle prossime ore proveremo a capire cosa è accaduto". Giallo risolto in realtà in pochi minuti, visto che alla ripresa della seduta, Rosato ha annunciato che i documenti "sono stati ritrovati", ringraziando il personale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza