cerca CERCA
Martedì 07 Dicembre 2021
Aggiornato: 04:00
Temi caldi

Chi sta con Di Maio

29 maggio 2019 | 15.49
LETTURA: 5 minuti

Da Appendino a Bonafede, passando per Sibilia e Grillo. A poche ore dalla richiesta di un voto sul suo futuro a capo del M5S, su Facebook spuntano diversi endorsement a sostegno del capo politico dei 5S

alternate text
Carlo Sibilia, Emilio Carelli e Chiara Appendino (Fotogramma)

Non solo Beppe Grillo. Dalla sindaca di Torino Chiara Appendino al sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia. Ma anche diversi deputati. A poche ore dalla richiesta di un voto sul suo futuro a capo del M5S, su Facebook spuntano diversi endorsement a sostegno di Luigi Di Maio. "Ci sono ancora troppe cose da portare avanti per la comunità, nel Paese e a Torino. Per questo confermerò la mia fiducia a Luigi Di Maio. La forza di una squadra si vede nei momenti di difficoltà", scrive la prima cittadina torinese. Per Carlo Sibilia, ora all'Interno ma un passato nel direttorio con Di Maio, "in questo momento di sicuro non ci sono alternative a Luigi", "che si è speso come un dannato pur dovendo ricoprire molteplici ruoli. Ruoli che ha ricoperto con serietà e successo, sui quali nessuno ha detto una parola ieri e non vedo perché debba farlo oggi". E poi contatti telefonici con Virginia Raggi. La sindaca di Roma, a quanto si apprende da fonti del Campidoglio, avrebbe incoraggiato il vicepremier in vista del voto sulla piattaforma Rousseau, invitandolo ad "andare avanti con determinazione".

"Dal mio punto di vista Luigi Di Maio ha tutta la mia fiducia", ha detto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ai cronisti in Transatlantico. "E' stato un gesto importante di un capo politico che ci tiene a continuare ad avere un contatto con la nostra base. Tra l'altro - ha proseguito il Guardasigilli - ci tengo a dire che lo ha fatto nonostante le varie anime del M5S e soprattutto il garante avessero espresso totale fiducia in lui".

Michele Gubitosa, imprenditore eletto alla Camera in uno dei collegi uninominale, su Fb ricorda i risultati messi a segno. "Capisco lo shock del voto - scrive - ma ricordiamoci di Reddito, Quota 100, Pensione di cittadinanza, Sanità trasparente, Spazzacorrotti. E tanto altro. Si vince e si perde insieme. Luigi Di Maio è il leader che ci ha permesso di fare tutto questo. Io voterò Sì! Si continua insieme a lui come capo politico". Gli fa eco la collega Vittoria Baldino: "Umanamente mi dispiace che venga gettato fango su una persona che si è sempre battuta e che non si è mai risparmiata per il MoVimento e per il nostro Paese. Non è giusto. Chi lo conosce bene sa il suo valore e sa che questa è la realtà dei fatti. E penso che quando si vince e quando si perde le responsabilità debbano essere condivise. Siamo tutti responsabili. nessuno escluso! E oggi più che mai dobbiamo essere compatti perché siamo soli contro tutti".

"I risultati elettorali - riconosce il deputato Michele Sodano - hanno dimostrato la necessità di aprire una fase di evoluzione all’interno del MoVimento 5 Stelle. Se i cittadini hanno espresso il loro malcontento, noi dobbiamo dare loro risposte sempre più concrete. Dobbiamo ottimizzare l’efficacia del nostro gruppo parlamentare e imparare dagli errori perché è nostro dovere, adesso, trovare la via più corretta per continuare a lavorare a testa alta per il paese. Ma la fiducia a Luigi non si discute, io voterò si".

"Un vero capo politico fa esattamente quello che sta facendo Luigi Di Maio. E ad averne come lui - scrive la parlamentare grillina Iolanda di Stasio - A Luigi vanno tutta la mia fiducia e il mio rispetto per i grandi i risultati che è riuscito a raggiungere in così poco tempo, per tutto quello che abbiamo raggiunto insieme". Critico Andrea Colletti, da sempre voce fuori dal coro nel Movimento. Il deputato abruzzese, sempre su Facebook, 'salva' Di Maio ma ne ha per i suoi fedelissimi: "Il problema non e’ Di Maio ma quelli che lo circondano - scrive -. Un leader politico si deve circondare di persone migliori di lui, non solo di fedelissimi, lecchini ed yes-men. Si deve circondare di persone leali, non di persone fedeli. E questo, in questi mesi, è mancato".

Spezza una lancia a favore di Di Maio anche Emilio Carelli: "Condivido in pieno la decisione di Luigi Di Maio di mettere al voto degli iscritti su Rousseau il suo ruolo di capo politico e invito tutti a votare compatti a favore. Per me il suo ruolo non è mai stato in discussione" scrive sulla sua pagina Facebook il deputato del M5S. "Dobbiamo invece analizzare con spirito critico le ragioni del tracollo alle Europee, l'efficacia dell'azione di governo e proporre soluzioni. Questa sera all'assemblea congiunta dei gruppi parlamentari interverrò per dare il mio contributo", conclude Carelli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza