cerca CERCA
Lunedì 19 Aprile 2021
Aggiornato: 18:25
Temi caldi

Colleferro, "c'è un ragazzo che è stato menato": la prima chiamata al 112

10 settembre 2020 | 16.32
LETTURA: 2 minuti

L'audio esclusivo dell'Adnkronos. Sono le 3,25 di domenica 6 settembre: un ragazzo chiama in preda a una forte agitazione il numero unico d'emergenza per chiedere i soccorsi. Padre Pincarelli: "Mio figlio in carcere per aiutare amici". Il sindaco di Colleferro: "Al padre di Willy ho chiesto perdono" "Willy colpito a calci e pugni". L'amico: "Violenza inaudita". Da legali Bianchi e Pincarelli nomi altri testimoni. Minacce a legale indagati: la preoccupazione dei giuristi


 

di Silvia Mancinelli
"Qui di fronte al ‘Duedipicche’ c’è un ragazzo che è stato menato. Per favore, potete venire?". Sono le 3,25 da venti secondi. La notte è quella tra sabato 5 e domenica 6 settembre scorsi. La telefonata che l’Adnkronos pubblica in esclusiva è la prima di 9 arrivate al Numero unico d’emergenza per chiedere soccorsi.

Willy Monteiro Duarte è a terra, picchiato dal branco e in preda alle convulsioni mentre un ragazzo chiama in preda a una forte agitazione il 112. L’operatore dall’altro capo della cornetta localizza il luogo della rissa in 47 secondi attivando da quel momento l’intervento di ambulanza e pattuglie delle forze dell’ordine. Per Willy, però, saranno inutili tutti i tentativi di rianimarlo.

Ecco il testo della telefonata: "Qui di fronte al ‘Duedipicche’ c’è un ragazzo che è stato menato. Per favore, potete venire?". "Senta, in che comune?" "Colleferro, Colleferro, di fronte al ‘Duedipicche’". "Via?". "Non la so la via, di fronte alla vecchia (...)". "Aspetti, Duedipicche mi ha detto? Ma cos’è un locale?". "Sì esatto, è un locale, è un bar". "Aspetti che sto cercando l’indirizzo. A Colleferro eh?". "Colleferro, Duedipicche, sì". "Largo Santa Caterina 5". "Per favore veloci, è urgente". "Sì, signore non si preoccupi". "Per favore, è urgente". "Senta, le serve anche un’ambulanza?". "Sì, subito, subito, per favore! E (...)" "Come si chiama lei signore?". "...". "Resti in linea, le passo le forze dell’ordine e chiamo anche un’ambulanza. Non riagganci". "C’è la caserma qui dietro". "Ok, resti in linea. Glieli passo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza