cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 22:21
Temi caldi

Coronavirus, Capua: "Chiamarlo sindrome simil-influenzale per tranquillizzare"

23 febbraio 2020 | 10.12
LETTURA: 2 minuti

La virologa: "I casi in Italia aumenteranno perché ora li si cerca"

alternate text
(Fotogramma)

"Sento che girano messaggi vocali cretini per spaventare o ridicolizzare la situazione. Non c'è da piangere ma neanche da ridere". Lo scrive su Twitter la virologa Ilaria Capua, che negli Stati Uniti dirige One Health Center of Excellence dell'University of Florida.

Poi, all'Adnkronos Salute, la virologa spiega che "stiamo assistendo alla diffusione di una sindrome simil-influenzale causata da coronavirus. E se si iniziasse a chiamare così, già le persone si tranquillizzerebbero". "E' possibile - evidenzia rispondendo da Oltreoceano - che vi siano in Italia altri casi non ancora diagnosticati semplicemente perché la malattia nella stragrande maggioranza dei casi è lieve e può passare inosservata. L'incremento del numero di positività è dovuto al fatto che adesso si sono iniziati a cercare, un mese fa per chi aveva sintomi respiratori la diagnosi era di influenza. Ora, con i test diagnostici, la ricerca attiva a ritroso dei contatti e dei movimenti dei pazienti, è chiaro che il numero di casi aumenta. Ma - tiene a ribadire - è una forma lieve e sottolineo che si dovrebbe iniziare a chiamare sindrome simil-influenzale da coronavirus per non spaventare le persone".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza