cerca CERCA
Martedì 15 Giugno 2021
Aggiornato: 08:44
Temi caldi

Corruzione: Lupi, stamane sconforto per giornali, in Aula ho ritrovato carica

20 marzo 2015 | 14.31
LETTURA: 3 minuti

Al termine dell'intervento alla Camera incontra nella sala del governo leader Ncd e gruppo di parlamentari che gli esprimono solidarietà per il gesto di grande responsabilità politica. Ex ministro ringrazia tutti per attestato stima e scherza: "In queste 72 ore sono stato più a casa di Angelino che da me nell'ultimo anno...".

alternate text
Maurizio Lupi

Quando stamattina ho letto i giornali, mi ha preso di nuovo lo sconforto, poi sono venuto in Aula e ho trovato la carica giusta per andare avanti... Dopo aver ufficializzato le sue dimissioni da ministro delle Infrastrutture per lo scandalo Grandi Opere durante l'informativa alla Camera, Maurizio Lupi si è fermato a parlare con Angelino Alfano e alcuni parlamentari di Ncd nella sala da governo di Montecitorio, che gli hanno rinnovato la stima ed espresso solidarietà per il gesto di grande responsabilità politica e la dignità dimostrata.

Lupi, riferiscono all'Adnkronos alcuni presenti all'incontro, avrebbe confidato lo stato d'animo di stamane, alla lettura di nuovi dettagli dell'inchiesta giudiziaria su di lui e la sua famiglia. In particolare, avrebbe ringraziato tutti coloro che gli sono stati vicini in questo momento così difficile, a cominciare dal leader di Ap, concedendosi anche una battuta. In questi giorni ho passato più tempo a casa di Alfano, che da me nell'ultimo anno, avrebbe scherzato l'ex ministro.

Lupi, che autorevoli fonti centriste danno a un passo per assumere l'incarico di capogruppo di Ap a Montecitorio al posto di Nunzia De Girolamo, non avrebbe detto nulla sul suo futuro, ribadendo che ora continuerà a fare il suo dovere di parlamentare. In particolare, Lupi avrebbe spiegato come il suo intervento sia stato un modo per caricarsi e sfogare lo stress di queste 72 ore che lo hanno portato a rimettere il mandato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza