cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 07:19
Temi caldi

Covid oggi Sicilia, 2.819 contagi e 28 morti: bollettino 28 dicembre

28 dicembre 2021 | 18.15
LETTURA: 2 minuti

Dati e numeri della Regione. Superata la soglia del 10% di occupazione dei posti letto in terapia intensiva

alternate text
(Fotogramma)

Sono 2.819 i nuovi contagi da coronavirus oggi 28 dicembre 2021 in Sicilia, secondo dati e numeri dell'ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 28 morti.

Sono invece 512 i pazienti dimessi o guariti. Nell'isola in totale ci sono 32.143 positivi - 2.279 in più rispetto a ieri - e di questi 685 sono ricoverati in regime ordinario, 88 in terapia intensiva con nove nuovi ingressi e 31.370 sono in isolamento domiciliare. La provincia più colpita è Catania, con 659 casi, seguita da Messina (469) e Palermo (445). 

La Sicilia ha superato la soglia del 10% di occupazione dei posti letto in terapia intensiva. E' quanto emerge dalla nota diffusa dal Dipartimento per le Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico della Regione (Dasoe) al termine della riunione di oggi pomeriggio del Comitato tecnico-scientifico regionale.

Nell'isola, "il rapporto tra casi settimanali e attualmente ricoverati è di circa il 6% (l’11% degli attuali ricoverati si trova in terapia intensiva) e la soglia di occupazione dei posti letto del 10% in terapia intensiva e 15% in area medica è stata appena superata". Nel periodo 29 ottobre-28 novembre, "il tasso di decesso tra i non vaccinati è stato di 23,4 per 100mila persone, mentre tra i vaccinati oscilla tra 1,6 di quanti hanno ricevuto la terza dose e 3,1 di chi ha fatto due somministrazioni da più di 150 giorni. Differenze che si riscontrano anche per le ospedalizzazioni: il tasso dei ricoveri in area medica tra i non vaccinati è di 118,1/100mila abitanti, quello dei ricoveri in terapia intensiva è di 16,5/100.000, mentre nella popolazione vaccinata il dato oscilla rispettivamente tra 9,4-20,5/100 mila abitanti per l’area medica e 0,8-1,4 per le terapie intensive".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza