cerca CERCA
Giovedì 29 Luglio 2021
Aggiornato: 06:37
Temi caldi

Crisi covid, Papa: "Dare risposte nuove a situazione eccezionale"

25 settembre 2020 | 14.37
LETTURA: 2 minuti

Francesco riceve in udienza il Circolo S.Pietro: "Effetti terribili dalla pandemia, ci saranno molti più poveri anche a Roma"

alternate text
(Fotogramma)

di Enzo Bonaiuto

Risposte nuove per una situazione eccezionale, dovuta alla pandemia da coronavirus che ha portato a scoprire nuove povertà, anche a Roma. E' quelle che richiede Papa Francesco, ricevendo in udienza in Vaticano il Circolo San Pietro, che ogni anno raccogli in chiese e parrocchie l'Obolo di San Pietro, da destinare ai poveri della Capitale e alle opere di carità del Pontefice, che è vescovo di Roma.

"La pandemia, con l’esigenza del distanziamento interpersonale, vi ha chiesto di ripensare le modalità concrete delle opere caritative che nell’ordinario portate avanti in favore dei poveri di Roma - osserva il Papa - Ai bisogni delle persone che abitualmente servite, si è aggiunta la necessità di rispondere alle urgenze di tante famiglie, che si sono trovate dall’oggi al domani in ristrettezze economiche".

Bergoglio esorta a "non spaventarsi: ce ne saranno di più e di più e di più, perché gli effetti della pandemia saranno terribili". Ecco allora che "a una situazione eccezionale non si può dare una risposta usuale, ma è richiesta una reazione nuova, differente".

Per fare questo, spiega il Papa, è necessario avere un cuore che sappia vedere le ferite della società e mani creative nella carità operosa. Cuore che veda e mani che facciano: questi due elementi sono importanti affinché un’azione caritativa possa essere sempre feconda". Per prima cosa, sottolinea, "è urgente individuare nella città di Roma che rapidamente si trasforma le nuove forme di povertà".

Papa Francesco osserva che "la povertà, di solito, ha pudore: bisogna andare a scoprire dov’è. Le nuove forme di povertà, voi lo sapete bene, ce ne sono tante: povertà materiali, povertà umane, povertà sociali. A noi il compito di scorgerle con gli occhi del cuore. Dopo aver visto le piaghe della città in cui viviamo, la misericordia ci invita ad avere fantasia nelle mani".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza