cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:06
Temi caldi

Crolli nelle chiese, i precedenti

19 ottobre 2017 | 17.44
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

Ha un precedente recente il crollo nella basilica di Santa Croce a Firenze, dove un pezzo di capitello è precipitato al suolo uccidendo un turista spagnolo di 52 anni.

Lo scorso 8 luglio nel Duomo di Acireale, in provincia di Catania, probabilmente per uno 'choc termico', si è staccata una porzione di intonaco del tetto del diametro di un metro mentre nella chiesa si celebrava un matrimonio, colpendo un bimbo di un anno nel suo passeggino e un trentenne disabile.

Il bimbo ha riportato un trauma cranico grave con frattura scomposta dell'osso frontale, mentre il disabile se l'è cavata con un lieve stato confusionale e delle ferite al sopracciglio e al cuoio capelluto.

2012 - Ancora una tragedia in chiesa. Il 29 maggio 2012, quando l'Emilia fu colpita dal grave terremoto, il prete della parrocchia di Santa Caterina a Rovereto don Ivan Martini, 65 anni, entrò nella chiesa per cercare di salvare alcune statue, tra le quali quella della Madonna. Una grossa pietra, diventata pericolante, si staccò e colpì il parroco alla testa uccidendolo.

Soltanto molta paura e nessuna vittima infine oggi a Pavia dove, nella centralissima via XX Settembre, una delle strade dello shopping cittadino, si è staccato un mattone da una parete laterale della chiesa di Santa Maria del Carmine cadendo per terra. Il parroco, Don Daniele Baldi, ha chiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco che hanno fatto un sopralluogo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza