cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 09:32
Temi caldi

La copertina

Crozza su Parigi: "Piangiamo solo le città di cui abbiamo un souvenir attaccato al frigo?" /Video

18 novembre 2015 | 09.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Fermo immagine di Maurizio Crozza dalla copertina di 'Di Martedì'

"Quanto deve essere vicina una barbarie perché ci colpisca come esseri umani? Cioè piangiamo solo le città di cui abbiamo un souvenir attaccato sul frigo?". Parla così Maurizio Crozza in merito agli attentati di Parigi, durante la copertina di 'di Martedì', in onda ieri su La7. Il comico genovese aggiunge inoltre: "A gennaio dopo la strage di Charlie Hebdo, te la potevi cavare con un 'Je suis Charlie'. Adesso sulle magliette cosa ci scriviamo 'Je suis Paris'? Sì, però due giorni prima in Libano c'è stato un attentato, 44 vittime e 239 feriti".

"Quindi bisogna anche scriverci 'Je suis Beirut' - prosegue Crozza - E 10 giorni prima era esploso un aereo sul Sinai, 224 morti per cui bisogna anche aggiungere 'Je suis Airbus 321 avec les turistes russes'. Se qualcosa accade a Parigi giustamente ci sentiamo tutti coinvolti, se accade sul Sinai meno. A Beirut quasi nulla. L'unica maglietta che mi sentirei veramente bene addosso è 'Je suis un cretin totalment brancolant dans la nuit ', un perfetto cretino brancolante nel buio'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza