cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:24
Temi caldi

Messina: 'Cultural Day 2017', domenica rievocazione storica

11 maggio 2017 | 07.20
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Rievocazione storica a Messina

Arte, cultura, panorami mozzafiato, mostre d'arte contemporanea, una esposizione sulla storia del teatro siciliano, concerti e una rievocazione storica molto suggestiva. Queste alcune delle caratteristiche di "Territori Vivi" e "Cultural Day 2017", iniziative previste per la prossima domenica 14 maggio, la mattina a Forte Cavalli a Larderia e Villa Melania a Pistunina, e nel pomeriggio lungo i vicoli del paese di Mili San Pietro e alla chiesa normanna di Mili a Messina. La manifestazione prende il via con il quarto appuntamento di "Territori vivi" a Forte Cavalli e Villa Melania dalle 9 alle 13. A Forte Cavalli si potrà ammirare il fornito Museo Storico delle fortificazioni dello Stretto" che offre l’occasione di conoscere un pezzo di storia dimenticata della città di Messina, attraverso filmati dell’Istituto Luce, e l'esposizione di armi, armature, cannoni, bombe d’aereo. Si potrà inoltre, osservare uno dei più belli panorami dello Stretto; a Villa Melania si potrà visionare la prima villa asismica costruita dopo il 1908, e all'interno della mostra etnoantropologica, di arte contemporanea e degli antichi mestieri, una nuova sezione dedicata al teatro siciliano e gestita dall'associazione 'Teatro libero di Messina". Questo spazio, sarà completato nelle prossime settimane, e costituirà il futuro "Museo del Teatro Siciliano": una raccolta di documenti teatrali, manifesti, locandine, foto, bozzetti, costumi, pubblicazioni, sui 30 anni di attività del Teatro Libero di Messina presieduto dall'organizzatore e attore Pippo Luciano e diretto dall'attrice e regista Rosy Gangemi.

L'obiettivo di Luciano e Gangemi è quello di "preservare la storia del teatro siciliano, facendola conoscere anche ai più giovani, sensibilizzandoli a questa forma d’arte, e sviluppando al contempo anche un turismo di qualità". Chi si vorrà fermare a Villa Melania potrà pranzare in mezzo al verde con la grigliata di carne e del buon vino. Nel pomeriggio ci si sposterà alla Chiesa Normanna di Mili per la celebrazione dell’evento Cultural Day 2017, ideato e organizzato dall’ Associazione Ionio e dal Circolo ARCI con il patrocinio del Comune di Messina e la collaborazione della Pro Loco Messina Sud e della Fondazione Salonia, con l'obiettivo di far conoscere e valorizzare la Chiesa Normanna di Mili San Pietro.

Anche quest’anno non mancheranno le visite guidate alla Chiesa a cura dei volontari dell’Associazione Ionio e dei bambini di Mili San Pietro. Si proseguirà poi con il corteo storico intorno alle 17.30 con la rievocazione della consegna dell’atto di fondazione della chiesa di Mili da parte del Gran Conte Ruggero all’abate Michele. La novità di quest’anno sarà l’evento serale nel paese di Mili San Pietro: gli abitanti rianimeranno gli angoli e i vicoli del paese, regalando ai visitatore un’atmosfera accogliente dove intrattenersi con performance, concerti e degustazioni di piatti tipici. La Via Principe, la via che porta a un bellissimo agrumeto, sarà dedicata ai dolci con marmellate di agrumi; Contrada Nordi Cicca, con le caratteristiche case scavate nella roccia, sarà la Via dedicata alle verdure saltate in padella; la Via Carruggio, la via stretta e ripida che nelle giornate di pioggia si trasforma in un piccolo torrente, sarà quella dedicata alle zuppe; Via Roccarelli, la più piccola e più nascosta tra le case, sarà dedicata alle frittate miste con verdure e ortaggi di stagione; Via Fontana Rocca, la via della fontanella che serviva e serve tutt’ora gli usi civici, sarà dedicata al vino e alle crispelle; e infine Via Filanda, la via dove un tempo erano attive le filande, sarà dedicata al pane con l’olio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza