cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 14:37
Temi caldi

Il decalogo

Da 'torna a casa presto' a 'basta computer', le 10 cose da non dire mai a un adolescente

06 agosto 2015 | 10.38
LETTURA: 4 minuti

alternate text
infophoto - INFOPHOTO

Attenzione. Casa con adolescente feroce. La convivenza, che le vacanze rischiano di rendere ancora più stretta, con un esemplare della specie a volte può essere difficile e sempre richiede accorgimenti. Ecco le dieci cose da non dire mai a un figlio adolescente, in un'epoca in cui l'adolescenza non finisce.

- "Questa casa non è un albergo". La risposta sarà una variazione sul tema ' lo so, la colazione me la devo fare da solo e il mese scorso nessuno mi ha fatto il letto'.

- "Non uscire (s)vestita in quel modo" (femmina). Potrà indicarci almeno tre fra le amiche e le conoscenti della madre che indossano gonne ancora più corte. "Non uscire sempre conciato come se fossi un rapper" (maschio). Soprattutto se il padre nei fine settimana, e ogni tanto anche durante la settimana, si veste come Michael Jordan per una finale degli Nba.

- Mai chiedergli aiuto per programmare il telecomando o il frullatore. Perdereste l'autorità che vi è rimasta, poca o tanta che sia. Si prenderà gioco di voi ogni volta che proverete a fargli qualche osservazione. "Ma cosa dici, se senza di me non riesci neanche a farti una centrifuga".

- "Non stare troppo attaccato/a al computer". A meno di non chiuderci a chiave in cantina le due/quattro ore al giorno che passiamo a chattare e sfogliare siti di gossip o nascondere il nostro dispositivo dietro un volume della Treccani.

- "Porta fuori il cane. Sei tu ad averlo voluto" ("Svuota la lettiera del gatto. Sei tu ad averlo voluto"). Vi sentirete rispondere una cosa tipo "Non posso, e poi tocca sempre a me. Due settimane fa l'ho portato a fare un giro al parco" e vi verrebbe voglia di strangolarlo, e anche di strangolarvi, dato che ci siete cascati e avete ceduto all'animale in casa per farlo contento.

- "Torna a casa presto questa sera, domani hai scuola (devi andare a lavorare. O in vacanza, da una settimana ti svegli al tramonto, non sei mai andato in spiaggia prima del buio e sei bianco come se fosse Natale)". Ho le prime tre ore di buco (non ho un lavoro/i dermatologi raccomandano di non prendere sole).

- "Questa sera dovresti sparecchiare". Da dire solo se riuscite a mantenere la calma alla sua risposta "Solo se metti un solo piatto in tavola" dopo che avete cucinato antipasto, primo, secondo, e dessert per farlo

- Mai chiedergli l'amicizia su Facebook. Scaricare fotografie dalla sua pagina. Scambiarvi messaggi con suoi amici. I mondi devono rimanere separati anche, e soprattutto, nella realtà virtuale.

- Mai anche solo minacciare l'uso della forza. Grazie al latte e la carne rossa che gli avete assicurato in abbondanza dallo svezzamento, sin da quando ha compiuto i 14 anni vi supera in altezza in maniera considerevole, per la palestra che ha il tempo e la costanza di frequentare molto più di voi, vi sovrasta anche come massa muscolare. E soprattutto, senza neanche battere ciglio chiamerebbe il telefono azzurro (a 30 anni) per denunciarvi per violenza su (ex) minore.

- E da ultimo, "ti sospendo la paghetta". Unica fonte di reddito e di indipendenza. Unica speranza per il genitore di almeno una cena del piccolo fuori casa. Non conviene soprattutto all'adulto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza