cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 21:05
Temi caldi

Danza, Valerio Longo: "Il mio omaggio a Piazzolla ripensando la pandemia"

31 luglio 2021 | 18.31
LETTURA: 2 minuti

A Roma il debutto alla Casa del Jazz di 'Astor. Un secolo di Tango' con il BdR

alternate text
Valerio Longo

Dopo Contemporary Tango di Milena Zullo (con Kledi Kadiu nel ruolo protagonista) il BdR rilancia la sua sfida ad Astor Piazzolla, a cento anni dalla nascita, con lo spettacolo 'Astor. Un secolo di Tango', un concerto di danza firmato dal coreografo Valerio Longo per 8 giovani danzatori del Balletto di Roma con musiche live eseguite al bandoneon da Mario Stefano Pietrodarchi. Anteprima a Civitanova Danza, domani a Roma alla Casa del Jazz nell'ambito dei Concerti nel Parco.

"Uno spettacolo molto fisico, in cui utilizzo strumenti, i corpi dei danzatori, il bandoneon di Mario Stefano Pietrodarchi per esprimere le diverse sfaccettature dell'universo tanghero e sentimentale di Piazzolla, quasi una proiezione dello stesso grande musicista e compositore nella quale ho trovato molte affinità con la mia sensibilità. L'amore e la dedizione al lavoro, per esempio, la possibilità di poterci esprimere attraverso la nostra arte".

Accanto alla vena malinconia il forte temperamento, la passione per gli affetti, l'infanzia, l'amore per la vita, e poi i viaggi, le radici, italianissime, di Astor Piazzolla. Sono alcuni dei temi esplorati da Valerio Longo, ex danzatore di punta dell'Aterballetto, oggi vicedirettore artistico del Balletto di Roma e responsabile del Corso di avviamento professionale, un itinerario' corporale' e poetico condizionato, forse sollecitato in parte, da quanto sta accadendo nel mondo.

"La pandemia - ha proseguito Longo - ci ha costretti a relazionarci in modo diverso con il nostro corpo. Gli abbracci, le strette di mano, il gomito per ringraziare o salutare, le distanze... Una gestualità che è diventata tema di approfondimento coreografico, ricca di simboli, fonte di ricerca e riflessione, insospettabili, fino a ieri".

Una madre pianista, che si esibiva anche al bandoneon, molti spettacoli in seno all'Ateballetto presentati con musica live ('Canto per Orfeo', 'Cantata') sino alla creazione 'Nine Bells', di cui è interprete, su una partitura di Tom Johnson eseguita dal vivo da Simone Beneventi. "Fisicità dei corpi e fisicità degli strumenti musicali - ha continuato Valerio Longo- Una meravigliosa convivenza alla quale sono stato abituato sin da bambino alla ricerca di un''anima' che oggi ritrovo nelle composizioni di Astor Piazzolla, nel pubblico che è venuto ad applaudirci a Civitanova Marche".

"Abbiamo, tutti, bisogno di ricominciare ad andare al cinema, al teatro per ricreare comunità, per ritrovare la socialità perduta motivata anche da un forte anelito spirituale. Non è un caso che il mio 'Astor' si chiuda con l 'Ave Maria di Piazzolla", ha concluso Longo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza