cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 17:54
Temi caldi

Diaco a Domenica In, ricordi e commozione

06 ottobre 2019 | 16.55
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"L'incontro con Sandro Curzi è quello che mi commuove di più. E' stato tutto per me, si prendeva cura di un bambino di 15 anni, che aveva perso il papà a 5 anni, e gli spiegava tutto di questo mestiere". Pierluigi Diaco, ospite di Domenica In, ricorda con commozione la figura di Sandro Curzi ripercorrendo la propria carriera. Un posto speciale, nell'album, merita la figura di Maurizio Costanzo. "Andavo davanti al Teatro Parioli, volevo incontrare Maurizio Costanzo. Alberto Silvestri, l'autore di riferimento di Maurizio, mi presentò", dice Diaco. Sullo schermo scorrono le immagini di una 'chiacchierata' del 2007 con Enzo Biagi. "Mi sono ritrovato a mangiare la minestrina con Enzo Biagi e sua figlia Bice. Dovevo raggiungerlo per un'intervista. Pensavo di dover andare in uno studio televisivo, sono andato a casa sua, dove era stato allestito un piccolo studio".

"Non ho mai creduto nell'identità sessuale, non credo che l'esistenza di un essere umano debba ruotare attorno alla sessualità. Sono stato molto scorretto con i sentimenti in passato. Quattro anni fa ho incontrato la mia vita: un amico, un complice, un grande ascoltatore. Soprattutto un ragazzo buono e perbene, la sua generosità mi ha contagiato", spiega. "Spero di poter stringere la mano di Alessio fino alla fine".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza