Cerca

Caso Regeni, "presto i primi indagati"

CRONACA
Caso Regeni, presto i primi indagati

(Fotogramma)

La Procura di Roma vuole dare un'accelerata al caso Regeni e per questo i pm capitolini sono intenzionati a procedere con le prime iscrizioni nel registro degli indagati per il sequestro e l’uccisione del ricercatore friulano trovato morto il 4 febbraio del 2016 in Egitto, sulla strada che collega il Cairo con Alessandria D'Egitto.


Fra gli indagati, secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, figurerebbero anche poliziotti e uomini dei servizi segreti già identificati dal Ros e dallo Sco, coinvolti nel sequestro di Regeni e nel depistaggio che ne è seguito in seguito alla sua morte.

Lo scatto in avanti da parte dei magistrati italiani è stato annunciato oggi durante il nuovo incontro al Cairo fra i magistrati egiziani e quelli italiani: questi ultimi infatti hanno spiegato che a differenza del sistema della giustizia del Cairo, per l'ordinamento italiano le iscrizioni rappresentano un passaggio obbligato. Non si tratta quindi di uno 'strappo' e la collaborazione fra le due Procure proseguirà nei prossimi mesi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.