Cerca

Parlano vittime abusi, vescovi in lacrime

CRONACA
Parlano vittime abusi, vescovi in lacrime

Summit in Vaticano sul tema della protezione dei minori e sugli abusi (AFP)

di Elena Davolio
Lacrime dei capi della Chiesa nell'Aula Nuova del Sinodo in Vaticano quando hanno sentito le testimonianze di alcune vittime. Ci sono state cinque testimonianze di persone, uomini e donne, abusate dai preti, che hanno preferito non mostrare il loro volto. E in serata un gruppo di vittime sarà presente al momento della preghiera collettiva.


"Abbiamo sentito voci da diversi continenti - ha spiegato padre Hans Zollner, presidente dell'Ufficio che si occupa della tutela dei minori alla Gregoriana e referente del Comitato organizzatore del summit -. I sopravvissuti parlavano lingue diverse ma il problema è globale. Abbiamo sentito testimonianze brutali, non ci si è risparmiato nulla. Abbiamo pianto poi sono seguiti due minuti di silenzio in Aula".

La commozione è stata evidente anche nel volto del cardinale filippino Louis Tagle che, in apertura dei lavori, ha tenuto la relazione nella grande commozione. Non ha trattenuto le lacrime il vescovo australiano, mons. Mark Benedict Coleridge, arcivescovo di Brisbane: "Davanti alle loro testimonianze non ho trattenuto le lacrime. Le implicazioni sono immense". Stamani, per dirla con il portavoce 'ad interim' del Vaticano, Alessandro Gisotti, è stato compiuto "il primo passo di una dolorosa e lunga Via Crucis nella quale la parola trasparenza deve entrare nel dna della Chiesa".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.