Cerca

"Ho paura, dove mi mandano?", la storia di Maria Pia

CRONACA

di Silvia Mancinelli
"Io tutti i soldi che mi chiedono non li ho. Io ho paura, non ci voglio finire in mezzo a una strada". Maria Pia ha 72 anni e lotta con le sue ultime forze per non lasciare l'appartamento dal quale stamattina avrebbero dovuto sfrattarla per morosità. "Abito qui da 45 anni - racconta - dal '74, non saprei dove andare ma voglio restare qui, a malapena mi reggo in piedi. Dove vado?".
Chiusa in casa, al quinto piano di via di Casal Bruciato 27, l'anziana non risponde nemmeno più al citofono per paura che la polizia, ancora in strada con una camionetta del Reparto Mobile, arrivi a prenderla. L'appartamento nel quale ha cresciuto i suoi due figli, entrambi sposati, è alle spalle di quello di via Satta 20, dove è andata a vivere tra contestazioni e insulti la famiglia rom con 12 figli. "Ho paura - ripete Maria Pia, ormai così fragile da sembrare di cristallo - adesso dove mi mandano?".

In tarda mattinata la sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto visita alla signora, sincerandosi delle condizioni di salute della donna. Successivamente, dopo aver assunto informazioni dall'Ater, le ha annunciato che il procedimento di sfratto è stato bloccato. Notizia "del tutto priva di fondamento" quella dello sfratto secondo quanto riporta in una nota il Direttore generale di Ater Andrea Napoletano. "Il caso risale al 2012 e nel 2018 il giudice ha emesso una sentenza di sfratto per morosità - scrivono -. Accertate le gravi condizioni di salute della signora, Ater ha bloccato il procedimento di sgombero". "E' inaccettabile speculare su una situazione delicatissima quale quella a Casal Bruciato senza accertarsi dell'effettivo stato dei fatti'' concludono.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.