Cerca

Droga dell'Isis, da dove arriva e dove va

CRONACA
Droga dell'Isis, da dove arriva e dove va

Arrivavano dalla Siria i container che trasportavano gli 84 milioni di pasticche di amfetamine sequestrati dal Gico di Napoli nel porto di Salerno, in esecuzione di un decreto emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli. Il Paese arabo risulta essere uno dei principali produttori di droghe sintetiche come questo tipo di amfetamina caratterizzata dal simbolo del "captagon" e nota come "droga della Jihad", in quanto sarebbe prodotta da organizzazioni più o meno legate al terrorismo e la cui produzione comunque servirebbe a finanziare l'Isis.


Il sequestro di 14 tonnellate di amfetamine, definito dagli stessi esecutori come "il più grande sequestro di amfetamine a livello mondiale", apre ora ulteriori scenari investigativi: l'obiettivo è individuare le organizzazioni, quasi certamente più di una, che avrebbero dovuto gestire l'enorme carico al suo arrivo in Europa.

Fonti investigative ritengono infatti improbabile che l'enorme quantità di droga non fosse destinata al solo mercato italiano, ma si suppone che avrebbe raggiunto anche altri Paesi europei.

Da chiarire anche il "ruolo" giocato dal porto di Salerno nella rotta seguita dai tre container: al momento si esclude la presenza sul territorio di un'organizzazione criminale che avrebbe dovuto gestire il carico, mentre si ipotizza la scelta di Salerno in quanto porto comodo e che dà meno nell'occhio rispetto ad altri scali.

Non sfugge comunque agli investigatori come lo stesso porto di Salerno sia stato di recente attenzionato da indagini che avevano fatto emergere alcune falle nel sistema dei controlli: ad inizio maggio un'indagine della Procura di Salerno ha fatto luce su diversi episodi di furti di merce che avvenivano all'interno dell'area portuale ed è culminata con l'esecuzione di 69 misure cautelari, 17 delle quali nei confronti di altrettanti componenti dell'Ufficio delle Dogane di Salerno. Anche su questi aspetti dovranno fare piena luce le indagini che faranno seguito al decreto di sequestro eseguito oggi.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.