Cerca
Home . Fatti . Esteri .

A bordo del sottomarino fantasma

ESTERI

Tutta l'Argentina in attesa di un segnale. Da una parte le operazioni senza sosta di ricerca del San Juan, il sottomarino di Buenos Aires scomparso da mercoledì 15 novembre, dall'altra il portavoce della Marina, Enrique Balbi, che gela le speranze diffuse dopo la notizia di un contatto: purtroppo, ha detto, "il rumore continuo" rilevato da due navi non proviene dal mezzo navale argentino. A bordo, 44 persone.

Il sottomarino sarebbe dovuto arrivare in queste ore nella base navale di Mar Del Plata. Dopo aver inviato alle 7:30 del 15 novembre la comunicazione di un probabile cortocircuito, è riemerso per poi ritornare in fondo al mare. E, da allora, silenzio-radio.

ULTIMA POSIZIONE - "La sua ultima posizione conosciuta nell'area delle operazioni è stata rilevata nel Golfo di San Jorge", a oltre 1.500 km dalla base navale in cui avrebbe dovuto fare rientro, fa sapere l'Armada Argentina attraverso un comunicato nel quale allega anche un filmato che mostra l'equipaggio del San Juan.

A BORDO - Apparecchiature, marinai e ufficiali: le immagini mostrano la vita a bordo del sommergibile che moltissimi Paesi (tra cui Uruguay, Cile, Brasile, Perù, Stati Uniti e Regno Unito) stanno cercando, facendo una corsa contro il tempo per salvare 44 vite.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.