Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Covid, "anticorpo monoclonale non funziona in malati gravi"

ESTERI
Covid, anticorpo monoclonale non funziona in malati gravi

Foto Ipa/Fotogramma

E' "improbabile" che l'anticorpo monoclonale bamlanivimab possa produrre "un valore clinico aggiunto" nei malati ricoverati per Covid-19 in "stadio avanzato" di patologia. Così la multinazionale americana Eli Lilly ha annunciato i risultati negativi ottenuti dal farmaco sperimentale nello studio Activ-3 condotto dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid), parte dei National Institutes of Health (Nih) statunitensi e diretto dall'immunologo consulente della Casa Bianca Anthony Fauci.


In una nota la compagnia ha comunicato che, sulla base di un insieme di dati rivisti in data 26 ottobre, "nessun altro paziente Covid riceverà bamlanivimab nel contesto ospedaliero". Si interrompe quindi il trial Activ-3, mentre proseguono gli altri studi in corso sul trattamento.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.