Cerca

Brugnaro e altri 29 sindaci pro Salvini

POLITICA
Brugnaro e altri 29 sindaci pro Salvini

Immagine di repertorio (Fotogramma)

"Siamo convinti che il decreto contenga norme principi giusti e condivisibili". Trenta sindaci scendono in campo a difesa dell'applicazione del decreto Salvini sulla sicurezza e scrivono una lettera ai vertici dell'Anci per chiedere un ''confronto'' ed evitare che l'Associazione che rappresenta tutti i primi cittadini "venga usata strumentalmente per sostenere le posizioni politiche di una parte del Paese". "In Italia d'ora in avanti -assicurano nella missiva indirizzata al presidente dell'Anci, Decaro- si accoglie solo ed esclusivamente chi ha diritto e chi rispetta le regole, senza aprire le porte indiscriminatamente, così come avviene negli altri paesi europei che peraltro ci hanno completamente lasciati soli nella gestione del fenomeno".


"Anche alla luce di queste nostre convinzioni -avvertono- chiediamo che Anci non dia la sensazione di aderire tout court alle tesi del 'partito dell’accoglienza' e che si faccia carico anche della sensibilità di tantissimi sindaci di città piccole, medie e grandi che guardano al decreto sicurezza come a un necessario, e da tempo auspicato, strumento normativo che ha favorito un cambio di paradigma rispetto alla questione dell’accoglienza".

"Chiediamo pertanto a te, caro presidente - scrivono - di farti garante affinché l’associazione su queste ed altre questioni cruciali non venga usata strumentalmente per sostenere le posizioni politiche di una parte del Paese." Nel dettaglio la missiva porta la firma dei sindaci di Venezia, Luigi Brugnaro; di Genova, Marco Bucci; di Trieste Roberto Dipiazza; di Verona, Federico Sboarina; di Novara, Alessandro Canelli; di Ascoli Piceno, Guido Castelli; di Terni, Leonardo Latini; di Arezzo, Giuseppe Fanfani; di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna; di Chieti, Umberto Di Primio; de l'Aquila, Pierluigi Biondi; di Monza, Dario Allevi; di La Spezia, Pierluigi Peracchini; di Imperia, Claudio Scajola; di Andria, Nicola Giorgino; di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco; di Vicenza, Francesco Rucco; di Avola Luca Cannata; di Domodossola, Lucio Pizzi; di Treviso, Mario Conte; di Mortara, Marco Facchinotti; di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi; di Morazzone, Matteo Bianchi; di Piacenza, Patrizia Berbieri; di Gottolengo, Giacomo Massa; di Sartirana Lomellina, Ernesto Prevedoni Gorone; di Mede Lomellina, Giorgio Guardamagna; di Torre Beretti, Marco Broveglio; di Castellaro, Giuseppe Galata e di Chiuduno, Stefano Locatelli.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.