cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 05:24
Temi caldi

Filippine: legale Bosio, processo sospeso senza poter presentare prove

30 aprile 2014 | 16.48
LETTURA: 2 minuti

E' stato sospeso senza che la difesa potesse presentare le proprie prove il processo, giunto alla seconda udienza, a Daniele Bosio, l'ex ambasciatore in Turkmenistan arrestato nelle Filippine con l'accusa di abuso sui minori. Lo ha reso noto l'avvocato del diplomatico sospeso dal servizio, Elisabetta Busuito, secondo cui il processo al tribunale di Laguna è stato spospeso proprio nella fase "dell'acquisizione di testimonianze scritte e orali chiave e per giunta senza che sia previsto alcun termine decisionale".

"Con questa sospensione chiesta dalla controparte, non è stato possibile far acquisire dal giudice né le prove scritte né quelle orali - spiega il legale in una nota - in un caso un centinaio di ''affidavit'' che la nostra difesa aveva con sé e che sarebbero state depositate se l'udienza si fosse regolarmente tenuta, né le dichiarazioni di più di una classe intera di una scuola da lui sostenuta in loco".

Per l'avvocato Busuito, "le testimonianze non sono mai state rese, perché l'avvocato della denunciante che aveva chiesto al ministro della Giustizia il trasferimento del processo a Manila ha ora chiesto al Procuratore di esprimersi sulla sua richiesta di trasferimento del processo presso il tribunale della capitale, il che determinerebbe anche l'obbligatorio trasferimento di Daniele Bosio presso il carcere della città, considerato unanimemente più duro". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza