cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:01
Temi caldi

Francia: Marine Le Pen, quello di Jean-Marie è sabotaggio

03 giugno 2015 | 12.18
LETTURA: 2 minuti

La leader del Front National sul padre: "La sua non è una battaglia giudiziaria". Lui dice: "Sono vittima di un'infamia".

alternate text
Jean-Marie e Marine Le Pen - AFP

"Bisogna essere ingenui per credere che questa battaglia sia giudiziaria". Così Marine Le Pen ha commentato oggi la decisione del padre Jean Marie di rivolgersi alla giustizia per contestare la sua esclusione dal partito, il Front National. Niente di sorprendente in questa azione, afferma, secondo quanto riporta BFMTV, e ricorda che il padre "aveva indicato l'intenzione di combattere con ogni mezzo". Ma la sua, avverte, non è un'azione legale, "è un'operazione di sabotaggio politico e mediatico".

Jean-Marie Le Pen è intanto passato apertamente al contrattacco ed è tornato sulla decisione annunciata ieri, spiegando il motivo che lo ha spinto a rivolgersi al Tribunale di Nanterre: "Sono stato vittima di un'infamia da parte dell'ufficio politico del Front National", ha dichiarato il fondatore del movimento di estrema destra francese intervenendo questa mattina su Europe 1. Dove ha denunciato, definendolo "una manovra, una trappola" il "congresso postale" del partito, che intende interpellare per corrispondenza i suoi iscritti sulla sua carica di presidente onorario: "Io amo i veri congressi, con i delegati, come quello che mi ha designato presidente onorario".

Marine Le Pen cerca forse di purgare il Front National dal padre? "Sembrerebbe questa la sua intenzione", ha poi affermato. "Lo deploro, ma sono costretto, alla fine, a rendermene conto", ha detto Le Pen, per il quale è "abbastanza scandaloso" che proprio "coloro che hanno creato il Front National e si sono battuti nelle sue fila per anni siano costretti a sparire davanti ai giovani lupi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza