cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 17:50
Temi caldi

'Frappuccino' in arrivo, Starbucks sbarca in Italia entro il 2016

15 ottobre 2015 | 16.58
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(foto Infophoto) - INFOPHOTO

Presto anche voi potreste gustare un caldo 'Frappuccino' comodamente seduti su un divanetto, magari intenti a sfogliare il giornale, a Milano o a Roma, oppure per strada, bevendolo da un bicchiere di carta. Starbucks è pronto a sbarcare in Italia, e stavolta non si tratta dell'ennesima bufala, come quelle che da tempo circolano sui social, ma di un progetto che sta per decollare.

Secondo il 'Corriere della Sera', infatti, sarebbe in corso una trattativa tra Antonio Percassi, ex calciatore e presidente dell'Atalanta di Bergamo, nonché "guru" dei centri commerciali, (suo lo shopping center di Orio al Serio e l'apertura in Italia dei negozi di lingerie 'Victoria's Secret') e il numero uno di Starbucks, Howard Schultz, fondatore del gruppo di Seattle che fattura 9 miliardi di dollari. L'accordo, che dovrebbe essere firmato entro Natale, dovrebbe portare entro il prossimo anno il marchio della Sirena nel Bel Paese.

Secondo quanto scrive il quotidiano di Via Solferino, la trattativa sarebbe già "in fase avanzata", e i due businessman starebbero studiando la giusta formula "per attrarre i clienti italiani" puntando tutto "nell'hi-tech e nell'offerta digitale". Starbucks, che vanta oltre 22.000 'coffee house' in 68 paesi, ha sviluppato inoltre lo 'Starbucks digital network', "che offre contenuti come film, serie tv e news" e che potrebbe rivelarsi "uno dei piatti forti dell'offerta per lo sbarco in Italia", in grado di attrarre non solo uomini d'affari e turisti, ma soprattutto i più giovani. Che sia questa la volta buona per assaporare anche da noi il Chai Tea Latte o il Mocha Coconut?

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza