cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 09:33
Temi caldi

Furti tir e ricettazione alimentare: sei arresti nel foggiano

12 maggio 2014 | 19.48
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Sei persone, tutte residenti in provincia di Foggia, sono state arrestate, in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare, da agenti della sezione di polizia stradale di Taranto, in collaborazione con le squadre di Polizia Giudiziaria di Bari e Foggia del Compartimento Polizia Stradale per la Puglia, con le accuse, a vario titolo e in concorso tra loro, di furto aggravato tentato e consumato, simulazione di reato, ricettazione di merce di provenienza furtiva, detenzione e porto abusivo di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti sono avvenuti nella provincia jonica e su tutto il territorio nazionale tra gli anni 2011 e 2012. L'indagine e' stata svolta dal personale della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Taranto e coordinata dalla Procura della Repubblica di Taranto. Successivamente vi e' stato uno stralcio del procedimento presso la Procura di Foggia per alcune posizioni. L'operazione e' stata denominata 'Stork'. L'indagine ha preso il via da un tentato furto l'8 ottobre del 2011, nelle campagne di Mottola, ai danni di un'azienda di prodotti alimentari.

Nel prosieguo si sono succedute una serie di tentativi di furto consumati nella provincia jonica. Il rinvenimento di veicoli industriali in aree vicine ai luoghi in cui avvenivano i furti ha aiutato la Polizia Stradale di Taranto a individuare e deferire 16 persone, residenti nelle province di Foggia, Bari e Matera, dedite alla consumazione dei reati di furto e alla successiva ricettazione di merce di ogni genere che veniva 'piazzata' sul territorio nazionale. Si delineava un sistema di utilizzo illecito di veicoli industriali, per il trasferimento della merce trafugata.

Gli stessi veicoli presentavano una contraddizione tra l'intestazione del nominativo del proprietario, presente in banca dati del pubblico registro automobilistico e quello in banca dati della Motorizzazione. L'indagine che e' durata circa 2 anni, si e' avvalsa di intercettazioni telefoniche e ambientali. L'organizzazione criminale si concentrava in maniera particolare sui furti di alimentari, quali salumi, formaggio e olio di oliva, ma anche di grano e bibite di note marche.

Non sono mancati tuttavia furti di ingenti quantitativi di carburante e ceramiche. Ovviamente venivano perpetrati anche furti di veicoli commerciali di notevole portata. Il giro complessivo di affari illeciti e' risultato milionario. Particolarmente determinata e strutturata l'attivita' di ricettazione che avveniva prevalentemente nella provincia di Foggia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza