cerca CERCA
Giovedì 08 Dicembre 2022
Aggiornato: 16:24
Temi caldi

Governo, Terzo Polo boccia 'patto opposizioni'. "Con Pd e M5S all'opposto su tutto"

28 settembre 2022 | 19.05
LETTURA: 1 minuti

Calenda: "Non è maturo nè serio". Rosato: "Su Rdc, rigassificatori, giustizia dicono il contrario". E per 'inventore' Rosatellum, quella legge elettorale "va abolita"

alternate text

No al patto delle opposizioni. Il Terzo Polo respinge al mittente, ovvero il Pd, la proposta. "Non sono d'accordo, non penso che sia giusto, maturo e serio fare quel tipo di opposizione in Italia", ha detto Carlo Calenda a Rai News 24. E Ettore Rosato di Iv conferma all'Adnkronos: "La pensiamo allo stesso identico modo. Come ha ben spiegato Calenda quando noi parliamo di reddito di cittadinanza, il Pd e i 5 Stelle dicono il contrario, quando parliamo di rigassificatori dicono il contrario, quando parliamo di giustizia dicono il contrario. Che patto di opposizione potremmo fare?".

"Noi faremo un'opposizione seria, motivata e ragionata senza aver bisogno di richiamare allo scontro fascisti/comunisti o al rosso/nero come ha fatto il Pd per tutta la campagna elettorale", dice Rosato. Mentre dal Nazareno, di fronte allo stop del Terzo Polo, reagiscono così: "La situazione attuale non sarà rosea ma ha almeno un vantaggio, quello di non dover rispondere alle sciocchezze di Calenda".

Mentre è confermata da Italia Viva la disponibilità a un dialogo se si aprirà un tavolo delle riforme. Rosato va riformato anche il 'suo' Rosatellum? "Io sono per abolire la mia legge elettorale. Serve una legge simile a quella dei sindaci che avrebbe anche il vantaggio delle preferenze". Va legata alle riforme? "La legge elettorale è una conseguenza se facciamo una riforma che consente l'elezione diretta del presidente del Consiglio. E la legge dei sindaci andrebbe bene".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza