Cerca

Pippo Baudo: "Un augurio a Mina? Continua a cantare, va bene anche l'elenco del telefono"

Domani gli 80 anni della 'tigre di Cremona', Malgioglio 'con lei grandi emozioni'

SPETTACOLO
Pippo Baudo: Un augurio a Mina? Continua a cantare, va bene anche l'elenco del telefono

di Ilaria Floris


"Cosa auguro a Mina per i suoi 80 anni? Di continuare a cantare, anche l'elenco del telefono". E' l'auspicio che Pippo Baudo affida all'Adnkronos alla vigilia del compleanno di Mina, che domani arriva al grande traguardo degli 80 anni. "E' un evento -dice Baudo- Ho visto dei servizi bellissimi su di lei, Mina resta ancora la più grande cantante che noi abbiamo mai avuto".

Il conduttore ricorda la prima volta che la presentò, preludio del successo planetario dell'artista: "Venne e non l'accolsero bene, ma lei riuscì lo stesso a cantare e pian piano, magicamente, questa diffidenza iniziale si tramutò in un successo che era solo l'inizio della sua sfavillante carriera". Per Baudo il grande rammarico è che la 'tigre di Cremona', come è da sempre conosciuta, "non sia voluta andare in America. Lì sarebbe diventata una delle più grandi star a livello planetario".

Perché, dice Baudo che l'ha vista e sentita cantare decine e decine di volte, "tutto quello che canta diventa oro: ha uno stile interpretativo unico al mondo". E sul ritiro dalle scene, che Mina ha scelto da molto tempo, il conduttore non ha dubbi: "Lei ha deciso da molto tempo di ritirarsi nella sua Lugano e io rispetto questo suo desiderio di segretezza -dice- Me la immagino, mi basta la sua voce. Mi conforta, e mi entusiasma sempre".

Ma il popolare conduttore non è l'unico a voler fare gli auguri alla grande interprete. Tra i tanti, anche Cristiano Malgioglio esprime all'Adnkronos tutto il suo affetto: "Mi ha regalato delle emozioni immense -dice- lei è riuscita a cantare una delle canzoni più forti che ho scritto, 'L'importante è finire', facendolo diventare uno dei più grandi successi della musica italiana. E anche se tante volte mi ha fatto inc..., perché non ha voluto i miei pezzi, io all'inizio della carriera mi sono sentito al suo confronto come un ragazzino oggi si può sentire con Beyoncé, Madonna o Lady Gaga".

Ottant'anni che "non si sentono, nemmeno nella voce -dice Malgioglio- che è riuscita a non cambiare la timbrica. Non so se le faranno piacere gli auguri in questo difficile momento, ma il mio augurio a Mina è che questo compleanno le porti tanta, tantissima serenità, la cosa più importante". L'autore rivela poi come intende festeggiare la 'tigre di Cremona': "Io voglio mandare un video personale a Benedetta (la figlia di Mina, ndr) per farlo vedere a sua madre. Un augurio di serenità, di felicità ricordando tutte le emozioni che è riuscita a darmi, grazie alle canzoni che ho scritto per lei e grazie a lei sono diventato un autore di successo".

E scherza: "Quando la gente mi incontra per strada mi dice 'quanti figli hai fatto fare alle persone con 'L'importante è finire'!. Io sono il padrino di migliaia di bambini grazie a questo pezzo". Malgioglio ricorda poi che "il primo incontro con lei fu disastroso, dall'emozione mi si è rotta la voce in gola... ma a lei piaceva questa mia ambiguità così forte, lei diceva che aveva bisogno di testi in cui c'era molta sessualità".

L'affetto era così forte che "mi sono incazz... parecchie volte con lei -ammette Malgioglio- io le mandavo dei pezzi e lei non li riteneva opportuni e io allora le davo agli altri. E' accaduto anche qualche mese fa: lei stava preparando l'album con Fossati, e non è stato possibile collaborare". E per finire, non manca una piccola stoccata: "Era un pezzo che lei avrebbe reso una hit, penso che col mio pezzo avrebbe avuto un successo di gran lunga superiore".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.