cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:28
Temi caldi

Iran: Khamenei, solo nazione forte puo' evitare oppressione

21 marzo 2014 | 11.19
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Solo una nazione forte puo' evitare di essere oppressa da potenze straniere. Lo ha dichiarato il leader supremo della Repubblica islamica Ayatollah Ali Khamenei davanti a migliaia di pellegrini riuniti al santuario dell'ottavo imam degli sciiti, Hazrat Ali Ibn Moussa al-Reza, in occasione delle celebrazioni per il Nowruz, il capodanno persiano. Sottolineando l'importanza di un'indipendenza economica e culturale, Khamenei ha quindi affermato che la democrazia religiosa è ben radicata in Iran. ''L'alta affluenza alle elezioni nel corso della storia della rivoluzione (dimostra, ndr) che le democrazia religiosa è ben radicata nel Paese e che il sistema democratico è stato istituzionalizzato'', ha detto il leader supremo. ''Una nazione che non è forte sara' oppressa'', ha aggiunto Khamenei da Mashhad nel nord est del Paese.

"Gli estorsori nel mondo ricatteranno una nazione debole, la insulteranno, l'attaccheranno e la metteranno sotto i piedi'', ha detto in commenti rilanciati dalla televisione di Stato in un apparente riferimento agli Stati Uniti e alle potenze occidentali che hanno imposto sanzioni all'Iran per il suo controverso programma nucleare.

La Guida Suprema ha quindi sostenuto che la potenza di una nazione non dipende solo dalle armi, ma "da tre elementi: economia, cultura e scienza''. In particolare, Khamenei ha insistito sul ruolo della cultura, affermando che ''è ancora piu' importante dell'economica''. "La cultura è un'aria che si respira. Se l'aria è pulita, avrà un effetto e se è sporca avrà un altro effetto''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza