cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Iran: Rosato (Pd), a Teheran ottimismo su nucleare, Rohani merita credito (2)

07 maggio 2014 | 12.41
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Secondo il deputato Pd, "Rohani e la sua parte politica considerano (il dossier nucleare, ndr) la partita' piu' importante per le conseguenze anche sul fronte interno", nell'ottica di un accordo che potrebbe portare alla revoca delle sanzioni imposte alla Repubblica islamica e di un "graduale processo di reinserimento" del paese nella comunita' internazionale.

Il governo Rohani, tuttavia, in questo processo deve sempre seguire una politica di "equilibrio" tra le "aperture all'Occidente" e la necessita' di "non dare l'impressione di aver cedutto ai ricatti" come denuncia l'opposizione interna dei "seguaci dell'ex presidente, Mahmoud Ahmadinejad - spiega il parlamentare - che mettono in atto tutte le loro iniziative politiche per rallentare l'azione politica dell'esecutivo".

In questo quadro, l'Italia "puo' intensificare i suoi rapporti" specialmente economici con la Repubblica islamica, mantenendo comunque alta l'attenzione sulla necessita' che "l'Iran rispetti i patti dell'accordo (sul nucleare, ndr) e che la politica estera di altri paesi non influenzi questo percorso" di apertura da parte dell'Iran al mondo esterno. Un Iran all'interno del consesso internazionale - prosegue - "serve anche alla stabilizzazione politica dell'intera regione", alla luce del ruolo di Teheran nella crisi siriana, negli assetti politici dell'Afghanistan e la sinergia politica con l'Iraq.

"In Iran - conclude Rosato - tutti guardano con grande favore agli imprenditori italiani, anche rispetto a quelli di partner europei o di altri paesi che hanno continuato a fare affari con la Repubblica islamica nonostante le sanzioni, e tutti hanno auspicato maggiori relazioni economiche con l'Italia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza