cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 06:55
Temi caldi

Cinema: Julianne Moore, dagli anni '80 lotto per i diritti degli omosessuali

02 aprile 2016 | 14.30
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Julianne Moore (Foto Xinhua)

La discriminazione degli omosessuali ha portato, fin dagli anni Ottanta, l'attrice Julianne Moore a esporsi politicamente per difendere i loro diritti. Lo ha riferito la stessa attrice, vincitrice dell'Oscar per 'Still Alice', all'emittente di news tedesca NRD. "Passavo molto tempo negli ospedali in quel periodo - ha detto Moore, 55 anni - Ed ho cominciato a percepire come gay e lesbiche fossero trattati in maniera differente nella nostra società".

"Molto velocemente, il dibattito divenne quello per i diritti civili. Come trattare persone che si differenziano sessualmente dalla maggioranza? Come è possibile che queste persone siano emarginate per avere dei gusti sessuali differenti?", ha aggiunto. L'attrice è protagonista, insieme ad Ellen Page, della pellicola drammatica 'Freeheld', che uscirà in Italia prossimamente e nella quale interpreta una donna che lotta, con la sua compagna, per l'uguaglianza di fronte alla legge delle unioni tra persone dello stesso sesso. La storia si basa su un caso realmente accaduto nel 2006.

Gli Stati Uniti hanno fatto, da quel momento, molti passi significativi, ha sottolineato Julianne Moore, ricordando la sentenza della Corte Suprema dello scorso anno, che ha dichiarato legali in tutto il paese i matrimoni tra persone dello stesso sesso. "Questo dà speranza", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza