cerca CERCA
Lunedì 17 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:17
Temi caldi

Kuwait: deputato lancia crociata contro bikini, e' 'immorale'

05 maggio 2014 | 15.31
LETTURA: 1 minuti

(Aki) - Vietare i costumi da bagno "indecenti" alle donne che frequentano hotel e piscine pubbliche. E' la controversa proposta di un deputato kuwaitiano, Hamdan al-Azmi, che in vista dell'estate ha lanciato un appello contro l'"immoralita'" dei bikini.

"La proposta intende prevenire la diffusione di nudita' nelle piscine e negli hotel di tutte le categorie. Vogliamo proteggere la comunita' da un fenomeno negativo e chiediamo leggi severe contro la commistione tra sessi nelle piscine e gli atti contrari alla morale pubblica", ha tuonato al-Azmi, citato dal quotidiano 'al-Jareeda'. Il deputato ha quindi auspicato "punizioni esemplari" per gli hotel che non rispetteranno l'eventuale nuova legge.

Non e' la prima volta che un simile appello viene lanciato in Kuwait. Nel 2010, un'analoga proposta di cinque deputati conservatori aveva acceso lo scontro politico, suscitando la reazione dei liberali, secondo cui si trattava di una violazione della Costituzione e di un attacco alle liberta' personale. Da alcuni anni ha preso piede anche nei paesi del Golfo la moda del burkini, il costume da bagno 'islamico' che copre tutto il corpo della donna, compreso il capo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza