cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 01:00
Temi caldi

Migranti: legale diritti umani, rimpatrio nigeriani viola normative internazionali

05 maggio 2017 | 18.35
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Migranti a Lampedusa

E' polemica sul rimpatrio di un gruppo di quaranta migranti nigeriani che erano ospiti dell'hotspot di Lampedusa. I migranti sono stati imbarcati ieri su un aereo diretto da Lampedusa a Palermo, accompagnati da diversi poliziotti. Poi sono stati trasferiti a Lagos. A lanciare l'allarme è Giorgio Bisagna di 'Adduma' onlus, avvocati dei diritti umani. "Apprendiamo dai media dell’avvenuto rimpatrio immediato di 40 nigeriani, già trattenuti nell’Hotspot di Lampedusa. Se i fatti denunciati dovessero corrispondere al vero, ci troveremmo di fronte a significative violazioni della normativa nazionale ed internazionale". E' la denuncia all'Adnkronos di Bisagna, che da anni si occupa del diritti dei migranti.

"Invero occorre accertare se i migranti, prima di essere rimpatriati, siano stati presentati innanzi all’autorità giudiziaria per la convalida del provvedimento di rimpatrio, e se, in tale frangente abbiano avuto la possibilità di essere assistiti da difensori di fiducia - dice il legale - Se siano stati opportunamente informati sulla facoltà di formulare istanza di protezione umanitaria e/o sussidiaria, o peggio, se abbiano chiesto, senza esito, di accedere alla succitate procedure di eleggibilità".

'Che non si voglia giocare una brutta partita sulla pelle degli stranier'

"Qualora così non fosse, ci troveremmo di fronte a fattispecie di significativa gravità, non il primo né l’ultimo, purtroppo. Uno per tutti il caso “Shalabayeva”. In ogni caso, ricordiamo anche noi come la Cedu vieti espressamente i respingimenti collettivi, come, invero, apparirebbe, quello denunziato dai media". "Il d.l. Orlando che ha soppresso il ricorso in appello per I richiedenti asilo, la polemica innescata sulle Ong. Adesso queste prassi operative - aggiunge l'avvocato Giorgio Bisagna - Benché gli attori in campo siano tutti diversi, si assiste a singolari convergenze in questo momento. Speriamo di sbagliarci. Che non si voglia giocare una brutta partita sulla pelle dei migranti più vulnerabili".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza