cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 07:18
Temi caldi

Lavoro: Camusso, mobilitazione è sfida esplicita, ci conteranno uno a uno

23 ottobre 2014 | 12.17
LETTURA: 3 minuti

"Sabato in piazza ci conteranno uno a uno. Chiamare alla mobilitazione è infatti una sfida esplicita che verrà misurata. Il messaggio sarà: abbiamo uno straordinario bisogno di cambiare il Paese e chi non riconosce nel lavoro la molla per farlo, non lo vuole cambiare". Così il leader Cgil, Susanna Camusso, dai microfoni di Radioarticolo1 sul peso e il valore della manifestazione di sabato prossimo a Roma. E quella di sabato, ripete ancora, "sarà un punto di partenza perchè non basta una manifestazione per cambiare le leggi sul lavoro ma siamo fiduciosi che le ragioni del lavoro possano vincere".

Un percorso, dunque, che si arricchirà "anche ma non solo dello sciopero generale": "serve uno sforzo di fantasia e di comunicazione ma sopratutto serve capire che se si ricostruisce un'unità tra i diversi mondi del lavoro, si potrà cambiare questo Paese", aggiunge Camusso.

E sabato non sarà solo una prova di forza ma anche il modo attraverso cui "tante esperienze si incontrano, non solo geografiche, ma anche di lavori. Cose che qualcuno dirà che sono conservatrici e che invece sono il sale per trasformare quello che c'è intorno", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza