cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Lavoro, Del Conte (Anpal): "Bene Manageritalia su politiche attive"

19 novembre 2016 | 14.53
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Un momento dell'Assemblea nazionale (Foto Manageritalia)

"Nel mondo del lavoro di oggi dobbiamo puntare sulle politiche attive. Anche le grandi imprese che sto incontrando sono consce che le prossime crisi e trasformazioni non saranno più gestite in modo passivo. Non supporto al reddito e immobilità, ma invece formazione e accompagnamento alla ricollocazione". Questo uno dei punti fermi dell’intervento di Maurizio Del Conte, presidente dell'Agenzia nazionale per le politiche attive del Lavoro, all’Assemblea nazionale Manageritalia in corso a Milano.

Del Conte, che era ospite dell’organizzazione dei manager del terziario, ha apprezzato l’azione di Manageritalia sulle politiche attive e avviato spazi di collaborazione e integrazione con le misure pubbliche, dalle quali i dirigenti sono oggi pressoché esclusi.

"L’ottimo sistema di politiche attive - ha detto Del Conte - previsto dal contratto dirigenti del terziario, gestito da Manageritalia e Confcommercio, punta giustamente su formazione e affiancamento nella ricollocazione. Per una figura come il dirigente, che ha nella mobilità una situazione fisiologica, questo è determinante e deve anche servire ad aiutare il sistema ad aumentare la presenza di manager nelle troppe aziende oggi sprovviste. È quindi un servizio anche per le imprese e vi aiuteremo evitando di sovrapporci, ma facendo invece massima sinergia. Siete un bell’esempio per il Paese e un valido partner per noi".

Manageritalia ha infatti una lunga esperienza sulle politiche attive offerte in ambito contrattuale e con altri servizi. L’Ouplacement è presente nel contratto dirigenti del terziario sin dal 1995 per i dirigenti licenziati e nel rinnovo del 21 luglio di quest’anno è stato rafforzato destinandolo anche ai dirigenti che escono dall’azienda per accordo consensuale, che sono la stragrande maggioranza.

Inoltre, grazie ad un accordo con l’Aiso (Associazione Italiana Società Outplacement), l’importo di 5.000 euro a carico dell’azienda permette di avere un supporto completo e di 12 mesi, creato ad hoc per gli iscritti Manageritalia, nella fase di ricollocazione. A questo si affianca, sempre per i dirigenti in cerca di un nuovo incarico, un’offerta formativa del Centro Formazione Management del Terziario e una polizza che tutela il dirigente licenziato garantendo la continuità per 12 mesi dei versamenti e delle prestazioni dei Fondi contrattuali in ambito sanitario, previdenziale, copertura rischi e formazione.

"Le politiche attive - ha detto Guido Carella, presidente Manageritalia - devono diventare l’importante tassello mancante all’Italia e a tutti i lavoratori per gestire un mondo del lavoro sempre più sfidante. L’impegno del governo e quanto detto oggi dal presidente Anpal Maurizio Del Conte ci rassicurano che sia la volta buona. L’obiettivo è quello di non disperdere competenze e aiutare il sistema a far incontrare al meglio domanda e offerta, supportando davvero i lavoratori nella ricerca efficace ed efficiente di un’occupazione, con vantaggi anche per le imprese. Per tutti i lavoratori e anche per i manager è determinante che ci sia massimo impegno e sinergia tra quello che viene fatto in ambito privato, con la contrattazione nazionale e altro, e quello che lo Stato deve fare e/o demandare ad altri".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza