Martha's Cottage, +50% fatturato 'matrimoni' in un anno

START-UP
Martha's Cottage, +50% fatturato 'matrimoni' in un anno

Salvatore Cobuzio, founder e AD, con le altre founder Simona Canto, Laura Bvelacquae Tiziana Mendolia

Martha’s Cottage, il più grande e-commerce dedicato al matrimonio in Europa, registra un’ulteriore crescita del fatturato nel 2016, pari a 600mila euro (+50% rispetto al 2015) e chiude l’esercizio in utile. Numeri ancora più interessanti, la startup li registra nel primo trimestre del 2017, con un aumento del fatturato di oltre il 130% rispetto ai primi tre mesi dello scorso esercizio.


"Siamo molto orgogliosi -ha commentato Salvatore Cobuzio, founder e ad di Martha’s Cottage- del lavoro fatto in questi tre anni: nel 2017 stiamo crescendo al ritmo del +130% e siamo riusciti in poco tempo a trasformare i ricavi in redditività, a convertire la crescita delle vendite in un aumento della marginalità, portando Martha’s Cottage a diventare leader di un segmento di mercato non ancora presidiato".

Martha’s Cottage è la startup che è riuscita a intercettare il cambiamento di un business da tradizionale a digitale. Così ha colto la grande opportunità che si è presentata quando le millennial hanno iniziato a usare il web per organizzare il proprio matrimonio. A oggi sono oltre 25mila le spose che hanno acquistato gli accessori per il proprio matrimonio nello store online di Martha’s Cottage e ogni mese il sito contribuisce all’organizzazione di più di mille feste di nozze. Un numero che raddoppierà nel 2017, soprattutto grazie all’espansione in Europa. Avviate nella seconda metà del 2016, in pochi mesi le vendite in Europa rappresentano già oltre il 10% del fatturato, con uno sviluppo molto sostenuto in Francia e in Germania.

“Quando abbiamo iniziato a vendere -ha sottolineato Salvatore Cobuzio- i nostri accessori anche in altri Paesi sapevamo di avere tra le mani una grande opportunità. Stimiamo che, a livello mondiale, la spesa per prodotti e accessori legati al matrimonio superi i 17 miliardi di euro e a oggi Martha’s Cottage è l’unica società a presidiare questo segmento di mercato nell’e-commerce. Oggi, grazie alle competenze acquisite e al lavoro fatto, siamo in grado di entrare praticamente in ogni Paese del mondo occidentale, senza le barriere d’ingresso che avremmo trovato nel mondo offline. Siamo uno dei pochi e-commerce in Italia in grado di diventare leader mondiali di un intero settore di riferimento: quello del wedding”.

Oltre all’espansione in Europa, Martha’s Cottage ha recentemente inaugurato anche la sezione altri fornitori del suo shop online, un’area del sito di e-commerce dove wedding planner, fotografi, location e tutti gli altri operatori del matrimonio, suddivisi per categoria e per città, possono farsi conoscere e segnalare sconti e promozioni.

Lo spazio è limitato a soli 10 inserzionisti per città e categoria: i fornitori si possono iscrivere in autonomia ed è anche Martha’s Cottage a selezionare i più interessanti. Per ora la sezione è disponibile solo nella versione in italiano del sito di Martha’s Cottage ma è prevista l’apertura anche negli altri Paesi: un’integrazione dell’offerta rivolta a rafforzare la presenza di Martha’s Cottage nel mercato del matrimonio e un ulteriore canale di sviluppo nella strategia di crescita della startup del wedding.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.