cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 23:53
Temi caldi

Non solo Cecil

"Le giraffe sono pericolose", pioggia di critiche su Fb per la cacciatrice in tv /Foto

04 agosto 2015 | 16.43
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Pagina Facebook di Sabrina Corgatelli

"Le giraffe sono animali davvero pericolosi. Potrebbero colpirti seriamente, in modo molto veloce". Lo ha detto Sabrina Corgatelli, una cacciatrice che, come molti altri appassionati di caccia, si fa fotografare con le prede che ha ucciso. E le ultime - una giraffa, un coccodrillo e un impala prese durante una caccia guidata in Sudafrica - sono state pubblicate dalla donna sulla propria pagina Facebook.

Scelta che - soprattutto per il clamore suscitato dalla vicenda del dentista americano che ha ucciso e decapitato Cecil, leone-simbolo dello Zimbabwe - le ha attirato una pioggia di attacchi sul social network e le critiche di alcune associazioni per i diritti degli animali.

E così, intervistata lunedì scorso al 'Today Show' sull'emittente americana Nbc, la donna - ragioniera dell'università dell'Idaho e collezionista di 'trofei' - è apparsa in televisione per dare la propria versione: "Tutti pensano che noi (cacciatori, ndr) siamo degli esseri senza cuore, ma non è così" ha detto, secondo quanto riporta il 'Guardian'. E ancora: "C'è un legame con l'animale e, solo perché lo cacciamo, questo non vuol dire che non lo rispettiamo".

Sulla propria pagina Facebook, inoltre, in un post del primo agosto, la donna ha citato alcuni passi della Genesi: "Ogni cosa che vive deve essere cibo per voi. E come vi ho dato le piante verdi, vi do tutto il resto (9:3)". E ancora: "Allora, prendere le armi, faretra e arco, e andate al campo a cacciare per me (27:3)".

Aaron's 13 foot Crocodile. What a great Trophy and fun hunt!!

Posted by Sabrina Corgatelli on Venerdì 31 luglio 2015

My Impala I got today!! 󾌧󾌧 One of Africa's Icon.

Posted by Sabrina Corgatelli on Venerdì 31 luglio 2015

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza