cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 21:59
Temi caldi

Sport

Lochte e la finta rapina a Rio 2016, 4 gli sponsor in fuga

23 agosto 2016 | 14.41
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Nella foto Ryan Lochte (Afp) - AFP

Sono 4 gli sponsor che al momento hanno abbandonato il nuotatore Ryan Lochte in seguito la figuraccia della falsa denuncia ai Giochi olimpici di Rio. Dopo Speedo anche il colosso della moda Ralph Lauren ha voltato le spalle al campione statunitense protagonista di una falsa denuncia per rapina a mano armata.

La prima marcia indietro è stata quella dello sponsor tecnico Speedo che ha annunciato di voler donare 50mila euro a Save The Children per aiutare i bambini brasiliani. Per quanto riguarda Ralph Lauren, che ha sponsorizzato Lochte in occasione delle olimpiadi, ha annunciato che non proseguirà nella collaborazione. A sfilarsi anche altri due sponsor, Airweave, società che si occupa di materassi, e Syneron-Candela, compagnia che opera ne settore della cura della pelle.

Oltre al danno d'immagine, è ancora da valutare l'effetto boomerang su Lochte della vicenda in termini economici, un danno quantificabile in milioni di dollari. Sul vincitore della medaglia d'oro nella staffetta 4X200 stile libero a Rio pende poi la spada di Damocle dell'inchiesta disciplinare che verrà aperta dal Comitato olimpico internazionale per far luce sulla vicenda.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza