Cerca

Il fotografo Estevan Oriol al Kickit di Roma

MODA
Il fotografo Estevan Oriol al Kickit di Roma

Ospite a Kickit, il market italiano dedicato alla moda di strada che si terrà il prossimo 5 maggio a Roma, Estevan Oriol autore del libro 'This is Los Angeles'. Fotografo street e regista, Estevan è stato definito l’anello di congiunzione tra i fotografi che a New York oltre quarant’anni fa hanno raccontato gli inizi dell’hip hop ritraendone i protagonisti e quelli che poi invece hanno cominciato a scattare immagini delle persone a cui era rivolta quella musica.


L’Hip Hop, da cui l’urban culture prende spunto, nasce nel 1973 nelle strade del Bronx contagiando con la sua energia controcorrente non solo la musica, ma la danza, l’arte e la fotografia . Più di quarant’anni fa, quando il sogno hippie ormai era un ricordo, negli States si faceva spazio un nuovo ritmo e nei block party, quelle feste di quartiere di cui ormai si è persa memoria, i giovani afroamericani di una New York divisa tra lotte razziali, sparatorie, guerre territoriali per lo spaccio di droga e rivalità tra gang , suonavano, ballavano e cantavano inventando il futuro.

Kickit lo street market dedicato all’urban culture e all’abbigliamento street affonda le proprie radici proprio in questa cultura: è moda di strada e dalla strada nasce e prende ispirazione. E a celebrare questa cultura, accanto a capi hype, opere di street art, e pezzi di design ospite di eccezione sarà il fotografo d’oltre oceano che per più di vent’anni ha immortalato le diverse facce di Los Angeles, dalla realtà glamour di Hollywood, quella degli atleti famosi, degli artisti, delle celebrità e dei musicisti, a quelle più difficili, come la controcultura delle gangs.

Oriol ha iniziato come buttafuori per club hip-hop e dopo ha continuato nel mondo del rap come tour manager di famosi gruppi di Los Angeles, come i Cypress Hill e gli House of Pain, ma la sua passione per la fotografia è nata soprattutto viaggiando per il mondo. La cruda realtà di Los Angeles è immortalata in bianchi e neri molto carichi, una realtà fatta di tatuaggi, pistole, donne pericolosamente affascinanti e sguardi aggressivi di uomini che non hanno nulla da perdere.

Un percorso affascinante; si parla di “come l’hip hop ha imparato a stare davanti alla telecamera”, come scrisse Hua Hsu del New Yorker, e quindi di come un’intera cultura sia riuscita a diventare dominante passando anche per l’imposizione di canoni estetici e visivi che parevano inconciliabili con il grande pubblico, e che invece sono diventati mainstream. Un’occasione unica per esplorare la città americana attraverso 200 pagine di fotografie e tornare a casa con una copia firmata direttamente dall’autore.

La V Edizione di Kickit, il market numero uno in Italia dedicato allo streetwear e alle sneakers, si terrà domenica 5 maggio in una no-stop dalle 10 alle 20 all’Atlantico, tempio degli eventi live della Capitale. Il founder Fabrizio Efrati porta per la prima volta davanti ad un pubblico così vasto, i tanti giovani creativi e stilisti del nostro Paese. Ragazzi spesso appena maggiorenni che mossi dalla loro passione, hanno trasformato un locale di casa, una cantina o una rimessa in un piccolo laboratorio sartoriale.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.