Met Gala, 5 cose da sapere

MODA
Met Gala, 5 cose da sapere

Katy Perry versione angelo sul red carpet del Met Gala 2018 (Fotogramma/Ipa)

E' l'evento dell'anno. Per il popolo del fashion, certo, ma anche per il jet set internazionale che stasera si è dato appuntamento al Met Gala, il party di beneficenza che anima ogni anno il Metropolitan Museum di New York. Dopo aver esplorato rapporto non convenzionale tra moda e religione, quest'anno la rassegna del Costume Institute è dedicata al Camp, lo stile eccentrico e stravagante al limite del kitsch.


COS'E' IL MET GALA - Creato nel 1948 dalla giornalista di moda Eleanor Lambert, il Met Gala, conosciuto anche come Costume Institute Gala o Met Ball, è un party annuale di raccolta fondi organizzato dall'Anna Wintour Costume Center del Metropolitan Museum di New York. Il gala inaugura la mostra di moda annuale del Costume Institute che ogni anno ha un tema diverso. Dagli anni '70 l'evento è stato trasformato da Diana Vreeland in un appuntamento imperdibile che lega fashion e show business.

DOVE, COME, QUANDO, CHI - Il Met Gala va in scena ogni primo lunedì di maggio, (all'evento è stato dedicato anche un documentario che si intitola, non a caso, 'The First Monday in May', ndr). E quest’anno si terrà il 6 maggio presso il Metropolitan Museum of Art di New York. Per partecipare si può comprare il biglietto da 30mila dollari (il tavolo costa tra i 75mila e i 250mila dollari oppure ricevere un invito.

PERCHE' SE NE PARLA - Oltre a radunare la crème de la crème della moda e dello spettacolo, è l'evento, dopo gli Oscar, per il quale gli stilisti fanno a gara a vestire le star. Il motivo? I look scenografici indossati dagli invitati (sempre accordati al tema della mostra) oltre a dettare tendenza fanno la storia del fashion. Qualche esempio? L'abito 'frittata' indossato da Rihanna (quell'anno il tema esplorato dalla mostra era il rapporto della Cina con la moda) oppure il nude look di Madonna by Givenchy sfoggiato per il Met a tema punk.

TEMA DELL'ANNO - Quest'anno la mostra si intitola 'Camp: notes on fashion' e sarà in calendario fino all'8 settembre. La rassegna prende spunto dal saggio della giornalista americana Susan Sontag, 'Notes on Camp' pubblicato nel 1964 e ha come tema tutto quello che è stravagante, teatrale, esagerato e permette di rileggere i codici del passato e spiccare tra la massa. Un po' snob, un po' artificioso. Spiccatamente incongruo. Guai però a chiamarlo kitsch.

GLI INVITATI - Bocche cucite sugli invitati in lista. Ma oltre alle irriducibili come Sarah Jessica Parker, Rihanna, Katy Perry, Jennifer Lopez e Lady Gaga, la padrona di casa Anna Wintour attende stasera Serena Williams, Harry Styles e Alessandro Michele, lo stilista di Gucci, maison che sponsorizza l'evento. C'è da scommettere che non mancheranno stilisti, come Donatella Versace, Riccardo Tisci e le top model Kendall Jenner, Gigi e Bella Hadid e Joan Smalls.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.