cerca CERCA
Lunedì 17 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:46
Temi caldi

Marocco: Rabat scommette su cosmesi halal, previsti introiti record

10 aprile 2014 | 12.00
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Il Marocco e' pronto per un ingresso trionfale nel mondo della cosmesi halal. Ne parla il sito di notizie marocchino 'Yabiladi', secondo il quale il regno, dopo aver adeguato l'industria alimentare ai dettami dell'Islam, sta adattando la sua normativa anche ai prodotti di bellezza e per il make-up. E ha gia' calcolato gli introiti: 14 miliardi di dollari all'anno secondo l'Istituto marocchino di normalizzazione (Imanor).

"Ci siamo interessati anzitutto ai prodotti alimentari halal, ma quando abbiamo partecipato a delle fiere all'estero abbiamo constatato che i prodotti cosmetici avevano un posto importante sul mercato internazionale dei prodotti halal", ha spiegato a 'Yabiladi' Mekki Kabbaj, responsabile del dipartimento Produzione delle norme presso Imanor. L'adozione di un progetto di normativa relativo ai prodotti cosmetici e per l'igiene personale 'islamic-friendly', che si e' ispirato alle leggi in vigore in altri Paesi islamici quali Malesia, Pakistan ed Emirati Arabi Uniti, permettera' quindi al Marocco di "posizionare l'industria nazionale in questo mercato strategico" non solo nei Paesi musulmani in generale, ma anche in Asia e in Russia, ha aggiunto Kabbaj.

Ora che la norma e' stata adottata, non resta che sottoporre il contenuto del progetto a tutte le parti coinvolte, sia nel pubblico che nel privato: le industrie e i laboratori interessati alla cosmesi halal, il ministero della Sanita' e quello degli Affari islamici e l'Alto comitato degli ulema. "La partecipazione di questi ultimi e' molto importante, poiche' e' richiesto il rispetto delle buone pratiche di fabbricazione", ha sottolineato Kabbaj, precisando che questo processo si concludera' il 10 maggio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza