cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 04:31
Temi caldi

Meriam è negli Usa, il sindaco di Philadelphia: "Sei come Rosa Parks"

01 agosto 2014 | 10.12
LETTURA: 2 minuti

La donna nel New Hampshire, accompagnata dai due figli e dal marito Daniel Wani. Michael Nutter l'ha paragonata alla donna-simbolo del movimento per i diritti civili negli Stati Uniti, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus in Alabama ad un bianco

alternate text

E' stata accolta da un gruppo di parenti e sostenitori al suo arrivo all'aeroporto di Manchester, nel New Hampshire, Meriam Yahia Ibrahim Ishag, la donna sudanese cristiana condannata a morte per apostasia in Sudan, poi liberata e quindi accolta in Italia. La donna era accompagnata dai due figli e dal marito Daniel Wani, come lei cristiano, con cittadinanza americana e che ha una parte di famiglia nel New Hampshire.

Al loro arrivo il marito ha pronunciato poche parole per ringraziare il governo americano per la posizione forte assunta in loro difesa e i senatori del New Hampshire che si sono adoperati per organizzare il loro trasferimento.

La coppia, in arrivo da Roma, ha fatto una breve tappa a Philadelphia, dove il sindaco ha salutato il coraggio della donna, descritta come "una combattente per la libertà", che verrà ricordata come "tutti coloro che si sono ribellati in modo da garantire la nostra libertà".

Il primo cittadino di Philadelphia Michael Nutter l'ha paragonata a Rosa Parks, simbolo del movimento per i diritti civili negli Stati Uniti, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus in Alabama ad un bianco.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza