cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 18:25
Temi caldi

Modena, assicuratore truffa clienti per 800 mila euro: 40 le vittime

12 febbraio 2014 | 11.10
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Una maxitruffa da 800mila euro è stata scoperta dalla guardia di finanza di Modena che ha indagato un agente assicuratore. Le indagini sono partite dopo gli esposti-denunce presentate alle fiamme gialle da alcuni cittadini modenesi.

In base a quanto emerso dalle indagini dei finanzieri, l'assicuratore, di 56 anni, impiegato in una nota agenzia di assicurazioni con filiale a Modena, proponeva inizialmente ai propri clienti di subentrare in contratti di polizze assicurative già esistenti e attive, ma all'insaputa dei reali intestatari delle polizze stesse e dell'agenzia di assicurazioni.

Non solo. In alcuni casi la polizza oggetto del fittizio subentro era totalmente falsa e contraffatta dallo stesso assicuratore che usava indebitamente modelli prestampati che riproducevano il logo dell'agenzia. I truffati, clienti abituali, venivano raggirati anche in virtù del rapporto di fiducia che avevano con il 56enne.

Alle vittime veniva richiesto di versare l'importo del subentro con assegni che venivano versati direttamente dall'assicuratore indagato sui propri conti correnti. Alla scadenza del termine indicato nel falso contratto, l'assicuratore modenese non provvedeva ad alcuna restituzione ai clienti del capitale maturato, trattenendolo per se. Oltre 40 cittadini, residenti nelle provincie di Modena e Reggio Emilia, sono stati truffati dal 2011 al 2013.

I finanzieri hanno poi scoperto che il reale importo truffato è stato di circa 400.000 euro, in quanto parte del capitale accumulato con le truffe (800.000 euro) è stato restituito dall'indagato a seguito di specifiche richieste avanzate dalle persone offese.

E' stato disposto dalla Procura della Repubblica di Modena il sequestro preventivo dei conti correnti e dei titoli intestati all'assicuratore, che è stato indagato per truffa e rischia la reclusione da 6 mesi a tre anni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza