cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 15:26
Temi caldi

Cinema: Morricone, un peccato non aver lavorato per Clint Eastwood

19 dicembre 2014 | 16.59
LETTURA: 2 minuti

Il premio Oscar alla Bbc: "Ho perso una grande opportunità e mi dispiace molto. Quando mi ha chiamato Clint, ho detto di no per rispetto nei confronti di Sergio Leone, non perché non mi piacessero i film che ha realizzato"

alternate text

"Ho perso una grande opportunità e me ne dispiace molto: non ho realizzato una colonna sonora per un film di Clint Eastwood". A dirlo, in un'intervista alla Bbc, è il premio Oscar Ennio Morricone. Il compositore romano, che ha firmato la colonna sonora della trilogia degli spaghetti western di Sergio Leone in cui si è imposto come attore proprio Eastwood, spiega di aver rifiutato la possibilità di scrivere la colonna sonora per un film diretto da Eastwood 'per rispetto' nei confronti di Leone. "Ho perso - afferma il premio Oscar-una grande opportunità e mi dispiace molto. Quando mi ha chiamato Clint, ho detto di no per rispetto nei confronti di Sergio Leone, non perché non mi piacessero i film che ha realizzato".

Morricone, classe 1928, ha conosciuto Leone sui banchi di scuola ma la loro collaborazione professionale è iniziativa 25 anni dopo sul set di 'Per un pugno di dollari' nel 1964. "A poco a poco, nel corso del tempo, siamo migliorati - sottolinea Morricone- e abbiamo fatto il nostro meglio in 'C'era una volta in America". Morricone e Leone hanno poi continuato a lavorare insieme in 'Cera una volta il West' del 1968 e in 'Giù la testa' del 1971.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza