cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 21:55
Temi caldi

Basket: Nba, San Antonio vince derby texano con Houston, 8 punti per Belinelli

29 dicembre 2014 | 09.45
LETTURA: 3 minuti

Successo fondamentale per gli Spurs (19-13) che si lasciano alle spalle un periodo negativo con solo due vittorie nelle ultime 9 partite. La squadra di Popovich, sempre priva degli infortunati Parker e Leonard, fa leva sulle ottime prove di Green e Duncan

alternate text
Tim Duncan, San Antonio Spurs (Infophoto) - INFOPHOTO

San Antonio vince 110-106 il derby texano contro Houston. Successo fondamentale per gli Spurs (19-13) che si lasciano alle spalle un periodo negativo con solo due vittorie nelle ultime 9 partite. La squadra di Gregg Popovich, sempre priva degli infortunati Tony Parker e Kawhi Leonard fa leva sulle ottime prove di Danny Green (24 punti e 5 recuperi) e Tim Duncan (16 punti e 8 rimbalzi).

L'azzurro Marco Belinelli parte nel quintetto base e resta in campo per 31 minuti andando a referto con 8 punti (2/11 al tiro), 2 rimbalzi e 2 assist. Tra le fila dei Rockets (21-8) non basta l'ottima serata del trio James Harden (28 punti e 5 assist), Dwight Howard (24 punti e 17 rimbalzi) e Corey Brewer (25 punti).

Un grande Dirk Nowitzki trascina alla vittoria i Dallas Mavericks (22-10) sugli Oklahoma City Thunder (15-17) per 112-107. Il 36enne tedesco realizza 30 punti, con 8/13 dal campo e 12/12 ai tiri liberi e cattura 5 rimbalzi. Oltre a 'WunderDirk' coach Rick Carlisle ringrazia il contributo di Chandler Parsons (26 punti) e Rajon Rondo (15 punti e 7 assist). I Thunder, privi ancora di Kevin Durant, pagano la negativa serata al tiro di Russell Westbrook (18 punti ma con un pessimo 6/23 dal campo) e vanno ko nonostante i 26 punti e 10 rimbalzi di Serge Ibaka.

Pesante ko casalingo per i Cleveland Cavaliers (18-12) sconfitti 103-80 dai Detroit Pistons (7-23) che realizzano ben 17 triple, record di franchigia. La franchigia dell'Ohio, sotto di soli tre punti all'intervallo (50-47) giocano un disastroso terzo quarto, subendo un parziale di 27-14 ed escono di partita. Sugli scudi per la squadra di coach Stan Van Gundy, che non concede nemmeno un minuto di gioco a Gigi Datome, Brandon Jennings (25 punti e 6 assist) e Andre Drummond (16 punti e 17 rimbalzi).

A Cleveland non bastano le doppie doppie di Kevin Love (20 punti e 10 rimbalzi) e LeBron James (17 punti, 10 rimbalzi). Il 'prescelto' aggiunge però anche 7 palle perse e una prova negativa al tiro (5/19). Continuano a volare i Toronto Raptors (24-7) vittoriosi al Pepsi Center di Denver sui Nuggets (13-18) con il punteggio di 116-102. Sugli scudi per il team con il miglior record della Eastern Conference, Kyle Lowry che segna 30 punti e distribuisce 11 assist e Louis Williams, che parte dalla panchina e realizza 31 punti. La franchigia del Colorado, che deve rinunciare al contributo di Danilo Gallinari ancora ko per un infortunio al menisco, cede malgrado le buone prove di Ty Lawson (28 punti e 7 assist) e Wilson Chandler (20 punti e 10 rimbalzi)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza